Breaking News
Vicenza (anonimo-incisione in rame, in un testo del 1751)

Vicenza, in un libro la città delle cento chiese

“Cento chiese una città – Le vicende delle chiese di Vicenza tra cronaca e storia” è il titolo di un nuovo libro che l’autore, il vicentino Natalino Sottani, dedica alla propria città. Ispirandosi alle cronache storiche degli studiosi del passato, primo fra tutti il sacerdote vicentino Giovanni Mantese, che nel trentennio 1952-1982 ripercorse la storia della chiesa vicentina dall’origine ai nostri giorni nei sette volumi delle Memorie storiche della chiesa vicentina, l’autore realizza un bel volume ricco di immagini e corredato da una pianta della città in stile antico che mette in evidenza i siti delle chiese esistenti e anche quellli degli edifici di culto oggi non più visibili.

“Il lavoro che ho voluto fare – dice Sottani – per avere una visione dell’evoluzione nel tempo delle istituzioni religiose vicentine, è stato il tentativo di rendere accessibile ad un pubblico più ampio almeno una parte di tante interessanti testimonianze e conoscenze altrimenti sepolte in antichi testi di non facile consultazione. Al termine gli edifici censiti sono stati quasi 120, almeno un terzo dei quali sono oggi non più esistenti ma la cui origine risulta, ad esempio, dal nome di alcune vie o contrade di Vicenza.”

Per comodità del lettore, l’esposizione ha un criterio cronologico: ciascuna chiesa è collocata nel periodo o nel secolo in cui ricade la sua costruzione e poi a seguire vengono descritte le sue principali vicissitudini fino ai giorni nostri o comunque fino al suo termine. All’inizio di ogni periodo vengono anche riportati alcuni riferimenti essenziali relativi alla storia ed alla cronaca della città e del territorio.

“Nella trattazione ho scelto di determinare, specie per le strutture oggi scomparse, la loro collocazione nel territorio cittadino, quindi l’anno di costruzione e le principali vicende di storia e di cronaca locale di cui furono testimoni fino ad oggi o fino alla loro estinzione. Riferendo sulle chiese annesse a monasteri ho riportato anche molte notizie relative alla vita di questi ultimi. Nel corso del lavoro ho avuto modo di consultare diverse monografie riguardanti singoli luoghi di culto nelle quali la ricostruzione delle relative vicende nel tempo è integrata da descrizioni delle loro valenze artistiche, sempre corredate da immagini”.

chieseIl volume è pubblicato per i tipi dell’istituto di Scienze sociali Rezzara di Vicenza, il cui direttore Giuseppe Dal Ferro è anche autore dell’introduzione al testo. “Le cento chiese della storia di Vicenza – scrive Dal Ferro – nate e a volte scomparse nell’arco dei secoli, esprimono il linguaggio simbolico della città, che ha unito i cittadini e ha consentito loro di sentirsi appartenenti a un’unica comunità. Nella presentazione delle chiese di Vicenza si può leggere uno straordinario spaccato antropologico e sociale, fatto di bisogni e di speranze, di sofferenze acute e di solidarietà, di vita piena di senso nella invocazione e dedizione quotidiana al servizio altrui. Pensiamo alle chiese devozionali, alle chiese legate ai monasteri e ai conventi, alle confraternite. La realtà oggi è profondamente mutata: Vicenza è cresciuta sotto la spinta dello sviluppo industriale e dei servizi. Le periferie urbane però non si sono degradate perché in esse sono sorte nuove chiese, che portano come in passato impresso il segno dei luoghi dell’incontro di culture e tradizioni. Ripercorrere l’elenco delle cento chiese di Vicenza è un messaggio di speranza ed un invito a costruire la città con un riferimento alla sua prospettiva simbolica, fonte di unità. La cultura della città, espressione oggi di volti diversi, ciascuno portatore di messaggi e insieme bisognoso di quelli altrui, è andare oltre, verso la pienezza, è trovare la forza di convivere e di condividere la vita”.

Alessandro Scandale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *