martedì , 20 Aprile 2021

Vicenza, la Finanza sequestra 1500 capi contraffatti

Un’operazione, quella eseguita dalla Guardia di Finanza di Vicenza, che ha portato al sequestro di 1.500 capi di abbigliamento contraffatti e circa 20 mila prodotti non sicuri ma ugualmente in vendita. Tutto è iniziato il 2 marzo dell’anno scorso quando i finanzieri della Tenenza di Noventa Vicentina hanno sequestrato 700 articoli di pelletteria e capi di abbigliamento contraffatti denunciando un extracomunitario che metteva in vendita gli oggetti al mercato di Lonigo. I militari hanno notato che l’ambulante dopo essersi accertato bene che una pattuglia della Polizia Municipale si fosse allontanata dalla zona, ignaro della presenza delle Fiamme Gialle in borghese, ha raggiunto la sua auto dalla quale ha prelevato numerosi prodotti falsi per poi esporli in vendita.

La merce sequestrata dalle Fiamme Gialle
La merce sequestrata dalle Fiamme Gialle

L’operazione è subito scattata e, dopo aver sequestrato immediatamente circa 200 pezzi contraffatti insieme all’auto usata per il trasporto illegale della merce, i militari hanno segnalato ai colleghi del Nucleo Mobile della Compagnia di Vicenza il domicilio dell’indagato. Nell’abitazione dell’uomo, in città, è stata eseguita una perquisizione che ha permesso di rinvenire altro 500 pezzi tra giubbotti, cinture, occhiali da sole e cover per telefoni cellulari. Nell’ambito di un’attività analoga, portata a termine nelle scorse settimane dalle Fiamme Gialle di Vicenza, sono stati sequestrati circa 800 articoli contraffatti posti in vendita in una boutique, della quale è stato denunciato il titolare, un italiano.

Tutte queste operazioni si inseriscono in un contesto che prevede di contrastare la commercializzazione illecita di prodotti non sicuri o contraffatti e, durante questi servizi coordinati dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza a tutela dei consumatori, nelle scorse settimane sono stati eseguiti altri sequestri. Il Nucleo Mobile della tenenza di Schio, nel corso di sei interventi effettuati in esercizi commerciali, ha sequestrato circa 20 mila prodotti di bigiotteria dei quali mille riferiti ad abbigliamento e accessori carnevaleschi, privi delle informazioni necessarie ad identificare il contenuto dei prodotti secondo le disposizioni previste dal codice del Consumo. A Vicenza era stato eseguito un altro sequestro, prima di Natale, di centinaia di dispositivi di illuminazione natalizi nei confronti di un cinese. La merce infatti non presentava le indicazioni obbligatorie di sicurezza e aveva il marchio CE irregolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità