Breaking News

Vicenza e provincia cronaca

Vicenza, ragazza scappa di casa per andare in Serbia –

Aveva conosciuto un uomo, su Facebook, che l’aveva convinta ad andare da lui, in Serbia, paese d’origine, tra l’altro, anche della ragazza, diciassettenne, che si è lasciata ammaliare da lui. Ieri sera i genitori della giovane non l’hanno vista rientrare, l’hanno chiamata ma aveva il cellulare spento. Dopo aver fatto il giro degli ospedali, hanno telefonato al 113. I poliziotti hanno invitato i genitori, allarmati per la scomparsa della figlia, a controllare il computer per capire se ci potesse essere qualche indizio utile. E proprio il pc ha permesso di capire che la ragazza aveva conosciuto su Facebook un uomo che l’aveva invitata ad andare da lui in Serbia. La 17enne, una volta arrivata in Slovenia, ha chiamato a casa per dire che era su una corriera diretta nel loro paese di origine. La coppia ha allertato il consolato che ha intimato alla prossima frontiera di bloccare il mezzo con la minorenne a bordo. E in Croazia la 17enne ha terminato la sua corsa perché alle 23.45 i genitori sono partiti da Vicenza per andarla a recuperare.

Vicenza, ladri fermati da una scolaresca

Sono stati dei ragazzini di dodici anni, in gita scolastica, a sventare un furto in una palazzina di via Oratorio dei Servi. Alle 14.45 di ieri è arrivata una chiamata alla centrale operativa della Questura perché due uomini si stavano arrampicando su una grondaia. A dire il vero i due, di origine nordafricana, erano stati notati da un passante che però non ha dato l’allarme, dato invece da una scolaresca che appena ha visto la scena ha gridato “Al ladro, al ladro”. I soggetti sono così fuggiti in auto. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle volanti che hanno raccolto informazioni e la targa del mezzo. I controlli hanno permesso di risalire alla proprietaria del furgone: un’italiana che ha riferito di aver prestato la vettura alla convivente del cugino.

Sarego, ladri messi in fuga dai carabinieri

Il tempestivo intervento dei carabinieri ha messo in fuga i malviventi che si erano introdotti all’interno della ditta “Belcogamma srl”, in via IV Novembre, a Sarego. Erano le 4.30 quando i militari di Lonigo e Altavilla Vicentina, durante un controllo finalizzato al contrasto dei reati predatori, hanno scoperto i ladri che stavano tentando di forzare una cassaforte con un flessibile. I malviventi, alla vista delle forze dell’ordine, sono scappati nelle campagne circostanti. Sul posto è stato trovato uno zaino con gli arnesi da scasso.

Vicenza, 25enne denunciato per spaccio

È stato denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio dai carabinieri della Stazione di Brendola. Un 25enne vicentino, residente in città, volto noto alle forze dell’ordine, dopo una perquisizione è stato trovato in possesso di 5 grammi di marjuana, un bilancino elettronico di precisione, una pianta di canapa alta 30 centimetri e 10 semi di marijuana. La sostanza e il materiale sono stati sequestrati.

Vicenza, stranieri con droga a Campo Marzo

Gli agenti delle volanti ieri pomeriggio stavano effettuando un controllo a Campo Marzo, hanno notato tre soggetti di colore parlare con dei ragazzini e si sono avvicinati. I ragazzini sono scappati, i tre stranieri, due del Burkina Faso e un senegalese, sono stati invece bloccati e controllati. Uno di loro ha lanciato un sacchetto di cellophane con della droga, poi recuperata, un altro mentre tirava fuori i documenti ha fatto cadere dalla tasca del giubbotto una bustina con sostanza stupefacente. In tutto sono stati trovati 25,39 grammi di marijuana e 125 euro in contanti. Due di loro sono stati denunciati per spaccio.

Vicenza, rumene sorprese a rubare al supermercato

Volevano fare una spesa, tra l’altro molto consistente, gratis, visto che avevano tentato di fuggire con i carrelli pieni di merce. Gli addetti alla sorveglianza dell’Emisfero, ieri, hanno bloccato due rumene, note alle forze dell’ordine che avevano rubato caffè, tonno e carne fresca per un valore di 370 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *