Breaking News
Il tecnico del Vicenza Pasquale Marino
Il tecnico del Vicenza Pasquale Marino

Vicenza-Catania, Marino: “Dobbiamo fare punti”

La sfida tra Vicenza e Catania che andrà in scena lunedì sera allo stadio Menti avrà un sapore particolare per mister Marino. Il tecnico biancorosso infatti si troverà davanti la squadra che nel 2005 aveva portato in serie A, fino al momento di passare all’Udinese. Un pre-partita condito dall’affetto dei tifosi, accorsi numerosi a vedere l’allenamento dei ragazzi. Presenti anche tanti bambini al centro tecnico di Isola Vicentina per chiedere gli autografi a quei giocatori che sono diventati ormai i loro idoli. Marino è soddisfatto dall’atteggiamento dei tifosi: “E’ stata una bella mattinata. Noi cerchiamo di dare e prenderci soddisfazioni fino alla fine del campionato. Con un pubblico così giocare in casa è sempre un vantaggio perché nei momenti di difficoltà i tifosi sono determinanti, incoraggiando sempre la squadra. Siamo contenti di aver riportato tanto entusiasmo tra la gente”.

Pasquale Marino, che dovrà fare a meno dello squalificato Cocco, al suo posto Petagna, ha fatto anche un’analisi sui singoli elementi: “Ragusa è tra i convocati (il giocatore si era infortunato proprio contro il Catania). Deve lavorare ancora però mi sembra giusto fargli respirare di nuovo i momenti del ritiro, l’aria frizzante della partita. Non so ancora se lo porterò in panchina, parlerò con lui domani. Spero comunque che nel più breve tempo possibile possa darci una grossa mano. Cocco – prosegue l’allenatore – giocava da molto con la diffida sulle spalle e prima o poi doveva scattare la squalifica. Sta dimostrando di essere in grande condizione, ha più esperienza di Petagna, ma il ragazzo nelle due partite che ha disputato è andato in gol contro il Bari e con il Crotone si è impegnato molto. Spero possa ripetere quelle prestazioni”.

Un commento sul Catania: “Nell’ultima partita contro il Modena ha fatto molto bene, è una squadra in crescita che ha a disposizione gli attaccanti più forti del campionato e che insieme hanno siglato trenta gol. Dopo tanti anni di serie A tanti giocatori non sono riusciti a calarsi in un campionato come la serie B”. Marino apre poi il cassetto dei ricordi: “Il Catania l’ho incontrato tante volta da avversario, tutto rientra nella normalità della professione, anche se lì ho chiuso la mia carriera da calciatore, ho vissuto la promozione e la salvezza in serie A. E’ stato un bel periodo. Il Catania mi ha dato la possibilità di confrontarmi con la massima serie. In questo momento penso solo al Vicenza e a quello che dobbiamo cercare di fare da qui fino alla fine”.

Domani quello che conta è portare a casa un risultato utile per continuare a restare agganciati alla zona alta della classifica: “I risultati di ieri sono confortanti (Carpi e Avellino hanno perso) ma conta solo quello che faremo noi. Io guardo tutta la classifica e ci sono squadre in crescita nella zona di sinistra, mentre in zona play-off c’è una bella lotta. Domani dobbiamo fare il massimo per portare a casa punti. Il nostro gioco non si basa sull’avversario, cerchiamo di mantenere la nostra identità. È chiaro che quando si incontrano squadre di un certo spessore serve la massima attenzione senza attaccare in modo avventato. Servirà pazienza e non si dovranno forzare le giocate”.

La nostra diretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *