Breaking News

Thiene, Libera ricorda le vittime della mafia

Giovani e anziani, forze dell’ordine e sindaci, studenti ed insegnanti e poi tanti cittadini. Prenderanno tutti la parola giovedì 19 marzo, nella piazza Chilesotti di Thiene, quando verranno ricordate le vittime innocenti delle mafie. Un elenco di novecento nomi che verrà letto a partire dalle 20.30 in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno per ricordare tutti coloro che hanno perso la vita a causa delle mafie. Il Comune di Thiene ha accolto a braccia aperte l’evento organizzato dal presidio di Libera Alto Vicentino, intitolato a Emanuela Sansone, la prima donna riconosciuta come vittima di mafia, insieme al Progetto Giovani e alla cooperativa Radicà. Chiunque potrà prendere parte alla lettura dei nomi e continuare, poi, questo momento di riflessione assistendo alla performance teatrale che concluderà l’evento.

Maurizio Fanton
Maurizio Fanton

Per la prima volta, quindi, Thiene partecipa a questa importante giornata e lo fa in occasione di un anniversario speciale. Libera, l’associazione guidata da Don Luigi Ciotti che lotta contro i soprusi della mafia e per la diffusione della legalità, compie infatti vent’anni. Una ricorrenza che verrà ricordata il 21 marzo a Bologna, quando verrà celebrata la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie. La data ha un valore simbolico: il primo giorno di primavera rappresenta infatti la speranza che si rinnova.

“Questo evento rappresenta un punto d’arrivo – spiega Alberto Carollo del presidio di Libera Alto Vicentino – . Dal 2011 abbiamo avviato un percorso di sensibilizzazione con diverse iniziative ed eventi nel Comune di Thiene. La performance teatrale, per esempio, è il frutto del lavoro che stanno svolgendo i partecipanti del “Laboratorio di espressività e teatralità contro le mafie””.

“Come amministrazione siamo orgogliosi di aver portato a Thiene questo evento – dice l’assessore ai servizi, ala persona e alla famiglia, Maurizio Fanton -. Sappiamo infatti che il territorio non è immune dalle infiltrazioni mafiose e che sono presenti comportamenti aggressivi o violenti di stampo mafioso che vanno combattuti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *