Breaking News
Il municipo di Thiene in una foto d'epoca

Thiene, conoscere la storia nei luoghi della guerra

Nelle celebrazioni del centenario della Grande Guerra, che in Veneto e nel Vicentino sta già proponendo numerose manifestazioni, anche Thiene vuol dire la sua con un corposo calendario di convegni, video, film, mostre, spettacoli ed escursioni e con un collegamento anche con la Borsa del Turismo. Le iniziative sono coordinate dall’amministrazione comunale in collaborazione con scuole, imprese private, associazioni culturali, di volontariato e del tempo libero, con il prezioso appoggio dell’Università di Padova e il progetto Paesaggi di Guerra. Società e territori.

Un calendario che ha già ricevuto il benestare del Sindaco di Thiene Giovanni Casarotto e dell’assessore delegato Giampi Michelusi, i quali hanno sottolineato l’importanza di questa iniziativa per la città e l’impegno che vedrà coinvolte numerose realtà del territorio per i prossimi mesi e anni, a partire da questo 2015.

Connoscere il luoghi da vicino è senza dubbio il modo migliore percomprendere i fatti e la storia. Ecco perchè, dopo una prima escursione a febbraio sul Monte Gamonda, le passeggiate sui luoghi della Grande Guerra proseguiranno nei mesi di marzo, aprile, maggio, giugno, luglio ed agosto rispettivamente sul Monte Cengio, Monte Zebio, Col Santo, Monte Novegno, Caporetto e Passo Rolle.

Ad aprile sono due gli appuntamenti in calendario: il primo a cura del Liceo Corradini che, nell’ambito del ciclo Classici Contro e Teatri di Guerra, proporrà il 18 al Teatro Comunale Le vittime della guerra con interventi di Giorgio Ierano dell’Università di Trento e Olivia Guaraldo dell’Università di Verona, seguito da Theama Teatro con Ifigenia; il secondo è proposto dal Cai che presenterà nella sala Miriade il 30 la serata Che cosa resta? Senso e sensi della Grande Guerra, rappresentazione con canzoni dal libro di Fritz Weber Tappe della Disfatta.

A questa iniziativa il Cai affiancherà una seconda serata, sempre in sala Miriade, il 28 maggio, con Siro Offelli che presenterà un excursus storico sulle vicende belliche sulle nostre montagne e valli, oltre che un programma di escursioni sulle montagne luoghi di scontro. Maggio sarà un mese speciale: il 24 maggio del 1915, infatti, l’Italia dichiarò guerra all’Austria ed entrò nel conflitto. Il 6 maggio, in collaborazione con la Regione Veneto ed Arteven, sarà proiettato al Fonato il docu-film Fango e gloria, che collega immagini di repertorio dagli archivi dell’Istituto Luce con sequenze di fiction che raccontano ciò che potrebbe nascondersi dietro ogni milite ignoto, irriconoscibile quando e invece ricco di storia, speranze ed affetti prima di incontrare la sorte fatale.

In maggio altri tre appuntamenti saranno a cura della Biblioteca Civica con il secondo ciclo di Ricordare, riflettere, raccontare: il 4 maggio in Duomo Giampaolo Romanato dell’Università di Padova presenterà il libro Pio X – Alle origini del cattolicesimo contemporaneo; il 22 maggio in Biblioteca si terrà l’incontro con Ferdinando Offelli sulla scrittrice inglese Vera Brittain, sorella dell’ufficiale inglese Edward Brittain sepolto nel cimitero inglese di Granezza, autrice di Testament of youth: an autobiographical study of the years 1900-1925 e il 28 maggio, sempre in Biblioteca, Roberto Sperotto e Francesco Brazzale illustreranno la loro opera Ferrovie di Guerra nel Vicentino. Il quarto appuntamento del ciclo è invece il 5 giugno, ancora in Biblioteca, con Marco Mondini ed il suo libro La guerra italiana. Partire, raccontare, tornare (1914-1918).

La realizzazione delle attività e dei progetti che si svilupperanno e realizzeranno nel corso degli anni fino al 2018 rientra nell’ambito della convenzione sottoscritta dal Comune di Thiene con l’Università degli studi di Padova, il Comune di Padova, il Comando Forze di Difesa Interregionale Nord, la Soprintendenza per le province di  Venezia, Belluno, Padova e Treviso per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici, la Soprintendenza per le province di  Venezia, Belluno, Padova e Treviso per i beni architettonici e paesaggistici. Il progetto Paesaggi di Guerra. Società e territori che comprende anche le iniziative thienesi, ammonta a 130mila euro, con un contributo regionale di 50mila euro.

Alessandro Scandale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *