Breaking News

Tezze sul Brenta, lite tra giovani degenera. Due arresti

Una lite scoppiata per futili motivi ma che ha portato all’arresto, con l’accusa di rissa, di due persone, mentre altre due sono state denunciate in stato di libertà. I carabinieri del Norm di Bassano del Grappa sono intervenuti alle 6, a Tezze sul Brenta, dopo aver ricevuto la chiamata di alcuni residenti, allarmati da rumori e urla.

Le manette sono finite ai polsi di Nicolò Roncato, 23enne di Tezze sul Brenta, con precedenti, e di Sebastiano Bordignon, 23 anni, residente nel padovano, anche lui con precedenti. Ad essere denunciati in stato di libertà sono stati invece due bassanesi, anche loro di 23 anni. I quattro giovani sono entrati abusivamente in un’abitazione di proprietà di un parente di Roncato, sembra utilizzando una chiave presa all’insaputa del proprietario, ed hanno iniziato a litigare.

A scatenare la violenta discussione sarebbe stata la rottura di un bicchiere. I quattro hanno iniziato ad azzuffarsi, se le sono date di santa ragione, sferrandosi calci e pugni che hanno provocato lesioni alle mani, al volto e alle gambe, e hanno anche danneggiato alcuni oggetti presenti in casa: la televisione, dei vasi in vetro, dei candelabri, dei mobili e le pareti. La furibonda lite, che ha destato i vicini di casi e li ha spinti ad allertare il 112, è sfociata tra il pianerottolo del condominio e l’abitazione.

All’arrivo dei carabinieri erano presenti i due ragazzi che sono stati arrestati, mentre gli altri responsabili sono stati identificati in seguito. Bordignon e Roncato sono stati rimessi in libertà e rimangono in attesa di giudizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *