Breaking News
Un'immagine di Antonillo Zordan in una gara

Rally, in un libro le imprese del pilota vicentino Zordan

E’ vero che la memoria di molti appassionati di sport è corta e tende a dimenticare in fretta, ma a Vicenza sono ancora parecchi a ricordare le imprese del pilota di rally Antonillo Zordan. Nativo di Costabissara, tra la fine degli anni ’70 e la prima metà degli anni ’80 Zordan fu una vera e propria rivelazione nel mondo automobilistico, portando alla ribalta il nome della città di Vicenza, proprio nel periodo in cui un altro campione dello sport – un certo Paolo Pablito Rossi – faceva palpitare i cuori dei tifosi biancorossi conducendo il Vicenza ad un passo da uno storico scudetto.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAPiloti… forse si nasce. Antonillo Zordan, storia e successi di un Campione di Rally è il titolo del libro che il bissarese Maurizio Romio ha pubblicato per raccontare la storia agonistica del pilota oggi sessantacinquenne, compaesano e amico di Romio, distintosi in particolare nei rally degli anni Settanta e Ottanta. Fra gli sport motoristici il rally è sempre stato uno sport ricco di fascino, scrive l’autore nelle note introduttive. Il rally è praticato da molti piloti locali, fattore che contribuisce a coinvolgere ancora di più non solo gli appassionati ma anche coloro che di rally sono meno informati. I rallisti sono poi facilmente avvicinabili dal pubblico in vari momenti della competizione, come ad esempio alla partenza del rally o delle prove speciali, nei parchi assistenza o al momento conclusivo del traguardo.

Zordan debutta nelle competizioni nel 1972 alla guida di una Fiat 128 SL Coupé al Rally Due Valli di Verona. Nel 1973 guida una Fiat 128 SL Coupé preparata dalla Fiat Ceccato di Schio. Sin da subito Zordan, affiancato in veste di navigatore dall’amico Danilo Dalla Benetta, si dimostra un pilota con un forte potenziale, conquistando piazzamenti di valore assoluto come l’ottavo posto al Rally del Medio Adriatico che gli vale un riconoscimento di merito da parte della Fiat. L’episodio forse più eclatante della carriera sportiva del pilota vicentino è quello che si tiene a Vicenza il 20 novembre 1976: Zordan è ai nastri di partenza del 4° rally internazionale Campagnolo.

La cornice di pubblico è quella della grandi occasioni. Migliaia sono gli appassionati assiepati lungo il percorso del rally. L’obiettivo di Zordan al volante di una Porsche Carrera 911 con a fianco Danilo Dalla Benetta, è la vittoria nel gruppo 3 riservato alle auto sportive di serie. Al via molti piloti famosi, tra i quali quello ufficiale Lancia Tony Carello, alla guida di una Stratos. Il 21 novembre Zordan su Porsche taglia il traguardo al primo posto assoluto davanti a Carello.

“A fine gara – racconta Romio – la Porsche del vicentino viene minuziosamente controllata dai commissari tecnici, sotto lo sguardo attento dei responsabili Lancia, ma tutto risulta regolare. Dopo aver superato anche la prova delle verifiche tecniche, Zordan riesce nell’impresa, forse unica nel suo genere, di vincere un rally internazionale con una vettura di serie, tenendo testa ad un pilota alla guida di un’auto che in quel momento era considerata la regina della specialità, la Stratos”.

A quello storico trionfo seguirono molti altri successi, che il volume descrive minuziosamente con diverse foto originali d’epoca. In particolare quello dell’ottobre 1980 al 22° rally mondiale di Sanremo. Zordan, ancora in coppia con Dalla Benetta, è alla guida di una Opel Ascona 2000. Dopo 2868 chilometri di gara l’equipaggio vicentino, portacolori della Scuderia Palladio, si classifica ottavo assoluto e primo dei privati. In questa gara Zordan, primo dei piloti Opel, ottiene importanti punti per la casa automobilistica tedesca entrando lui stesso in graduatoria nel Campionato del Mondo Piloti Rally.

In tempi più recenti, ad anni di distanza dal suo debutto, Antonillo Zordan sfreccia ancora sulle prove speciali cogliendo successi alla guida di una Porsche Carrera 911 nei rally storici. Sua nel 2009 la vittoria assoluta, in coppia con il navigatore Marco Marchetti, in occasione della sesta edizione del rally storico città del Palladio sulle strade del vicentino. L’ 11 dicembre del 2010 a Vicenza Zordan riceve dalle mani del presidente dell’ Automobile Club Italia il premio per la carriera agonistica.

Alessandro Scandale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *