Breaking News
L'intervento dei vigili del fuoco sul fiume Agno

Morti due pescatori, in due diversi incidenti

Doppia tragedia oggi nel vicentino con la morte di due pescatori. Il primo dei due,  Luigi Soldà, pensionato di 76 anni, residente in via Borga, a Valdagno, era uscito di casa di buon mattino, per pescare nell’Agno, come era solito fare nei pressi di Spagnago di Cornedo Vicentino. Aveva preso canna e cestino ma nella sua abitazione non è più tornato. La dinamica della tragedia in realtà non è stata ancora del tutto chiarita.

L’uomo aveva comunque quasi completato la risalita del ripido argine del torrente Agno quando, forse per un cedimento del terreno, è scivolato sbattendo prima la testa contro un masso e poi finendo la corsa a faccia in giù nell’acqua poi. Il 76enne ha provato a rialzarsi, in un primo momento, ma non ce l’ha fatta e poi non ha più dato segni di vita. Sul posto sono intervenuti i sanitari del Suem, i carabinieri e i vigili del fuoco di Arzignano e Vicenza che hanno recuperato il corpo con un gommone.

A poche ore di distanza è morto poi anche un altro pescatore. L’uomo, un 70enne, forse è stato colto da un malore ed è stato trovato verso le 10.30 a Caldogno, sulle sponde del Bacchiglione, privo di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *