Breaking News

Motorizzazione, quattro arresti per le false revisioni

È stata denominata operazione “Samarcanda” dagli agenti della Polizia Stradale di Vicenza che hanno iniziato le indagini nel novembre del 2012 e che ha portato a quattro arresti: tre ai domiciliari e un obbligo di firma. Si tratta della maxi inchiesta sulla Motorizzazione civile della città berica che a ottobre dell’anno scorso ha fatto scattare 63 avvisi di garanzia per revisioni false o mai realizzate, oltre che per una decina di patenti false.

Giorni fa la Cassazione di Venezia ha respinto i ricorsi degli indagati e nel fine settimana la Polstrada ha eseguito gli arresti nei confronti di tre dipendenti della Motorizzazione, tutti domiciliati nel vicentino: Cristiano Timillero, 56 anni, Michele Canale, 52 anni e Rocco Salvatelli, di 58. I primi due si trovano ai domiciliari, il terzo ha l’obbligo di firma in caserma.

Il quarto soggetto a finire in manette è stato Francesco Palazzo, 55enne maresciallo dei carabinieri in pensione. Ai quattro sono stati contestati i reati di furto aggravato, ricettazione e produzione di atti falsi: l’obiettivo era quello di consegnare patenti o dare il via libera a revisioni di veicoli, senza eseguire alcun iter. Tutto è iniziato quando un nigeriano era stato fermato da una pattuglia stradale di Schio che aveva un tagliando di revisione contraffatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *