giovedì , 29 Aprile 2021

Chiampo, di nuovo marijuana coltivata nell’armadio

Sembra che si stia affermando una moda tra i coltivatori di marijuana fai da te: usare gli armadi. Qualche tempo fa si è scoperto che un ragazzo vicentino faceva crescere l’erba in questo modo, adesso altri creativi soggetti sembrano aver seguito il suo esempio, e c’è da giurarci che ve ne siano svariati altri. Tra l’altro far crescere canapa indiana nel buio di un armadio deve essere anche costoso, sicuramente richiede energia dato che si tratta di una pianta che per venire su ha bisogno di molta luce.

La serra nell'armadio
La serra nell’armadio

E così i due nuovi coltivatori, tanto creativi quanto illegali, hanno pensato bene anche di attaccarsi all’utenza elettrica di qualcun altro, succhiandogli la corrente e risparmiando anche sui costi. Naturalmente, sono stati arrestati. Si tratta di un moldavo, di 28 anni, Andrian Tavian, in Italia senza fissa dimora e con precedenti, e di un bengalese ventinovenne, Hasan Mehdi, anche lui senza fissa dimora. I carabinieri della stazione di Chiampo li hanno sorpresi in flagranza di reato, in via Pace, a Chiampo.

Per quanto riguarda l’energia elettrica, avevano attaccato i  loro cavi al contatore di una villa abbandonata, e la usavano anche per vari utensili elettrici come stufe, televisori e lampade. Ma la corrente, evidentemente, doveva servire soprattutto per alimentare l’illuminazione della loro rudimentale serra nell’armadio, dove facevano crescere quattro piante di marijuana in altrettanti vasi da giardino.

I carabinieri comunque, nella stanza nella quale i due si erano sistemati,  hanno anche trovato varie matasse di cavi di rame pronte per essere vendute e un registratore di cassa rubato lo scorso 24 febbraio da un esercizio commerciale di Chiampo. Tutta la merce è stata sequestrata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità