Breaking News

Bassano, notte di liti e occupazioni abusive

Notte movimentata a Bassano del Grappa dove la Polizia di Stato è intervenuta due volte in poche ore, prima per sedare una rissa che ha visto una ragazza con un occhio nero e poi per rintracciare un individuo penetrato in modo abusivo in stazione. Una notte di baldoria, nel primo caso, che ad un uomo è costata una denuncia per lesioni e una sanzione per stato di ubriachezza. Il fatto è successo alle 2 del mattino, a Bassano, davanti al caffè Marilyn, in via Zaccaria.

Un 23enne bosniaco, con precedenti, residente a Romano D’Ezzelino, stava litigando con altri due clienti del bar e ha sferrato un pugno in faccia ad una ragazza bassanese di 27 anni, facendole un occhio nero e procurandole delle lesioni alla tempia e alla braccia. Sul posto è arrivata la Polizia di Stato che lo ha denunciato e non è escluso che il giovane possa essere destinatario di un foglio di via.

Qualche ora più tardi, alle 6, la Polizia è intervenuta alla stazione dei treni, dove un ferroviere, mentre stava aprendo le porte, ha notato un individuo all’interno che è scappato non appena è stato scoperto. L’accesso era avvenuto abusivamente, visto che da qualche settimana la stazione rimane chiusa durante le ore notturne, proprio per motivi di sicurezza. L’uomo infatti aveva rotto una vetrata di una delle porte di ingresso.

I poliziotti si sono messi alla ricerca del soggetto, trovandolo dopo circa un’ora nascosto in un vagone a 500 metri dalla stazione. Si tratta di un marocchino, appena maggiorenne, residente ad Asolo, trovato ubriaco ed identificato grazie alla descrizione del ferroviere e alle immagini delle telecamere di videosorveglianza. Il giovane è stato denunciato per danneggiamento aggravato e violazione di domicilio. Il suo comportamento resta al momento inspiegabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *