Breaking News

Basket, Schio conquista due punti in Umbria

Dopo un inizio con il freno a mano tirato, il Famila Wuber Schio ha cambiato marcia ed ha rifilato 35 punti alle padrone di casa della Cestistica Azzurra Ceprini Orvieto. Con il risultato di 48-83, infatti, si è chiuso il match di ieri sera, al PalaPorano, in programma per la decima giornata di ritorno del campionato di A1. Il parquet umbro ha visto scontrarsi un Orvieto costretto a rinunciare alla capitala Baldelli, fermata da uno stiramento al polpaccio, ed uno Schio che ha preferito lasciare a riposo Yacoubou, e che si è quindi avvalso del terzetto straniero Honti-Anderson-Sliskovic, autore di 40 punti.

Nelle prime fasi della gara delle 18, le percentuali di tiro sono basse e Schio va a segno, con Sottana, dopo oltre un minuto di gioco, 0-2. Il terzo tempo di Ress vale lo 0-4, ma Harden risponde con un piazzato, 2-4. Sliskovic decreta il +6, 2-8, ma Burkholder accorcia, 4-8. Sul 4-12, coach Romano abbandona il quintetto alto, schierato con l’intento di contrastare in maniera efficace le manovre delle ospiti, e mette in campo Granzotto, secondo play che, assieme ad Harden punta a sorprendere la difesa scledense. Nei tre minuti che restano da giocare, il nuovo approccio non dà l’esito sperato e il Famila chiude la frazione a + 13, 6-19.

Nel secondo periodo, il quintetto basso delle padrone di casa tiene meglio il campo, in difesa e anche in attacco. Infatti, solo 2 punti separano il bottino accumulato dalle formazioni (16 per le biancoazzure, 18 per le campionesse d’Italia) ma, complice un primo quarto da dimenticare per l’Azzurra, a metà gara, Schio è sempre al comando, 22-37.

Anche se il ritardo di 15 punti, non è irrecuperabile, la Ceprini è disorientata e fatica a segnare, perché la puntuale difesa arancione su Burkholder riesce a neutralizzare la bocca da fuoco più prolifica della squadra. Alla ripresa delle ostilità, Ress e Sottana inaugurano le marcature, 22-41. Harden e Granzotto accorciano, 26-41 e, a metà frazione, il vantaggio di Schio è ancora di 15 lunghezze, 30-45. Ress e Anderson spingono il Famila a +19, 30-49, ma Harden e Sarni ripristinano il -15, 34-49. Anderson colpisce da sotto e dalla media distanza, 34-53. Dopo i centri di Burkholder e Sliskovic, 36-55, Sottana pesca un canestro da più di 8 metri, sulla sirena, che sancisce il +22, 36-58, dopo 30 minuti di gioco.

L’ottima conclusione di Harden, in apertura di ultimo quarto, promette bene, 38-58. Sottana ripristina il +22, 38-60 ma, dopo il piazzato di Burkholder, 40-60, l’Azzurra allenta la presa in difesa. Così Schio ne approfitta per scappare a +27, 40-67. Sul 44-70 giunge un nuovo break del Famila, firmato da Sliskovic e Zandalasini, 44-79. Bove realizza gli ultimi 2 canestri della Ceprini, 48-79. Dopo l’arresto e tiro di Zandalasini, arrivano anche i primi punti per Spreafico. I suoi liberi, infatti, fissano il risultato sul 48-83 finale.

ORVIETO: Harden 16, Di Gregorio, Grilli, Baldelli ne, Granzotto 6, Gaglio 6, Sarni 4, Ridolfi, Brezinova 6, Bove 4, Burkholder 6.

SCHIO: Gatti 2, Sottana 15, Honti 3, Spreafico 2, Anderson 19, Masciadri, Sliskovic 18, Zandalasini 9, Ress 11, Macchi 4.

Ecco gli altri risultati della decima giornata:

  • Fila San Martino Di Lupari – Techmania Battipaglia 92-67
  • Cus Cagliari – Passalacqua Ragusa 58-62
  • Umana Venezia – Calligaris Triestina 85-45
  • Saces Mapei Coconuda Dike Napoli – Pallacanestro Vigarano 71-49
  • Acqua&Sapone Umbertide – Lavezzini Parma 80-69

Riposava: Gesam Gas Lucca

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *