Il Famila Schio chiude la regular season con Napoli

È giunto il momento di calare il sipario sulla prima fase di questo 84° campionato italiano di serie A1 e, per il Famila Wuber Schio, l’ultimo atto (la tredicesima giornata di ritorno) prevede lo scontro con la Saces Mapei Coconuda Dike Napoli, in calendario sabato 28 marzo al PalaCampagnola. Con la vittoria di ieri sera su San Martino di Lupari, nel turno infrasettimanale, le scledensi hanno raggiunto la vetta della classifica. Le arancioblue, invece, dividono il sesto posto con Lucca e un successo nell’ultima giornata darebbe loro la certezza di non scivolare più in basso nella graduatoria.

Per quanto riguarda i precedenti in questo torneo, la gara di andata al PalaVesuvio, terminò con la sconfitta delle venete per 56-51. A parte il precoce cambio di allenatore (Ricchini è subentrato ad Orlando dopo appena quattro giornate), con l’anno nuovo la rosa arancioblue ha visto due uscite di scena (verso la A2) e due prestigiosi arrivi. Mitongu è andata a cercare più spazio alla Fixi Piramis Torino, mentre Tognalini al Paddy Power S.S.Giovanni. Per quanto riguarda le nuove pedine, a gennaio, la società si è arricchita della play Fontenette (da Brno), già vista in azione ad Umbertide. Mentre a febbraio è stata l’ala Narviciute (dalla Mcs Hydraulics Ariano Irpino, che milita in A2) ad aggiungersi al gruppo.

Queste nuove forze si sono inserite in un organico già molto competitivo. Ricchini, infatti, ha a sua disposizione atlete di valore come le Nazionali Pastore e Fassina, l’esperta e combattiva Andrade, al primo posto nella graduatoria dei falli commessi (3,38 per gara) e Macaulay, pivot americana da 15,79 punti a partita. Visto che le partenopee sono reduci da due sconfitte (in trasferta a Lucca e in casa contro Parma) cercheranno il riscatto a Schio, proprio per confermare la sesta posizione in classifica.

L’ultimo passo falso delle arancioni, invece, risale proprio al 20/12, data della trasferta napoletana. Le campionesse d’Italia, dunque, sono in serie positiva dalla ripresa del campionato dopo la pausa natalizia (undici affermazioni nel girone di ritorno e due nelle Final Four). Analizzando gli ultimi incontri, si vede come il Famila stia crescendo sempre più, così da approdare ai playoff nella forma migliore. Anderson, tra tutte, è l’atleta che mostra il cambiamento più evidente. Da quattro giornate, infatti, contribuisce ai successi della squadra con oltre 20 punti di media (con le Lupe ne ha realizzati 25). E nella sfida di ieri, a San Martino di Lupari, anche Sliskovic ha stravolto, in positivo, le sue percentuali di tiro. Dallo 0% (0/8) del match casalingo contro Umbertide, al 100% (5/5) di ieri sera. Un applauso va anche a Gatti, che con la sua dinamicità è riuscita a limitare in maniera efficace Gianolla.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *