Breaking News

Basket femminile, il Famila Schio impegnato fuori casa

La decima giornata di ritorno del campionato italiano di serie A1 riserva al Famila Wuber Schio una trasferta in Umbria. Domenica 15, infatti, le arancioni se la vedranno con la Cestistica Azzurra Ceprini Orvieto, al PalaPorano. Il divario tra le due sfidanti è molto evidente. Le scledensi, con 34 punti conquistati, sono la seconda forza del torneo, mentre le avversarie, con 5 vittorie, occupano il dodicesimo posto in classifica. Ma alla giovane e agguerrita formazione biancoazzurra servono punti per scalare la graduatoria dei playout o, se possibile, per evitarli.

Nel girone di andata, al PalaCampagnola, la gara si dimostrò presto a senso unico, tanto che le padrone di casa, chiusero il match piuttosto in fretta. Lo conferma il fatto che, alla prima sirena, il tabellone segnava già 25-4 per le venete. E, alla fine del tempo regolamentare, il risultato fu di 93 a 45. Questo, nonostante le arancioni fossero prive di Masciadri e di Ogwumike.

In casa Ceprini, poco dopo l’avvio di questo 84° campionato, sono cominciati gli aggiustamenti all’organico. Infatti, ad inizio novembre, coach Valentinetti ha rassegnato le dimissioni (una vittoria in sei partite è il bilancio della sua esperienza sulla panchina biancoazzurra). Al suo posto, è subentrato Massimo Romano, tuttora al timone della squadra. L’altro cambiamento si è verificato a gennaio, con la separazione tra la società e l’americana Sidney Crafton, che ha deciso di restare in patria e di non tornare in Italia dopo la pausa natalizia. Per sostituirla è stata ingaggiata Joanna Harden, play-guardia arrivata dalla Valur Reykjavik (campionato islandese). Oltre all’americana, Brezinova, Burkholder, Gaglio e Baldelli compongono l’attuale starting five, che è stato capace di vincere le ultime due sfide di campionato, contro Battipaglia e Vigarano. E proprio con la trasferta di Ferrara, l’Azzurra ha conquistato il primo successo fuori dalle mura amiche.

Per quanto riguarda Schio, la partita casalinga di domenica scorsa contro Parma ha visto il ritorno sul parquet di Honti. In quell’occasione, infatti, il necessario turnover fra le straniere (in campionato possono esserne convocate solo tre) ha premiato la guardia ungherese, che aveva assistito agli ultimi incontri dalla tribuna. Con 30 minuti di gioco, “Kata” è stata l’atleta più utilizzata da Mendez. La compagna di squadra Anderson, invece, è risultata la migliore in campo, con 23 personali, 12 rimbalzi e 35 di valutazione. Ottimi segnali sono arrivati anche da Yacoubou e da Spreafico. Quest’ultima ha ricompensato l’ampio spazio concessole, realizzando 14 punti.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *