Breaking News

Basket femminile, il Famila Schio affonda Umbertide

Corposa vittoria tra le mura amiche per il Famila Wuber Schio, che ha spazzato via senza troppa fatica l’Acqua&Sapone Umbertide con un deciso +37, 67-30. Nella ventiduesima giornata del campionato italiano di serie A1, questa sera, le arancioni sono riuscite a mantenere sempre alta la concentrazione, disturbando ogni azione delle ospiti, anche quando il vantaggio avrebbe permesso loro di rallentare. E complice la sconfitta di Ragusa, fermata dalla Reyer Venezia per 49-57, per le scledensi è ancora possibile finire la stagione regolare in testa alla classifica.

Al PalaCampagnola, il sipario si alza alle 18 e, in men che non si dica, le venete sono già avanti 5-0. Serventi, coach delle umbre, apporta la prima modifica allo starting five. Fuori Bona e dentro la play Dotto, così da provare ad arginare la reattività della piccola Gatti. Swords accorcia le distanze, 5-2 e Anderson risponde per le rime, 7-2. Consolini riporta le biancoazzurre a -3, 7-4, ma con un break di 5-0, Schio vola a +8, 12-4, dopo sei minuti di gioco. Negli ultimi quattro giri di lancette, il Famila trova l’ottima realizzazione dalla lunga distanza di Macchi, mentre l’Acqua&Sapone centra il bersaglio con Bona e Swords, per il 15-8 di fine quarto.

La seconda frazione si apre con la tripla di Masciadri, 18-8. Passano due minuti buoni prima che Consolini appoggi al tabellone il -8, 18-10. Sul 21-12, le scledensi imprimono un’accelerata al match, con un parziale di 13-0, 34-12. Visto che la squadra non gira (Robbins è inconsistente, Gemelos appena un po’ meno), Serventi effettua diversi cambi con l’intento di azzeccare la giusta sintonia, che si riveli capace di modificare l’andamento di un incontro cominciato male. Il piazzato di Gemelos vale il 34-14, ma Anderson, Yacoubou e Sottana portano le arancioni a +24, 38-14 a metà gara.

Dopo la pausa lunga, è Consolini ad inaugurare le marcature, 38-16. Schio risponde con 7 punti, 45-16. Al canestro di Swords, 45-18, il Famila replica con il sottomano di Anderson e due centri dai 6,75 di Macchi e Gatti, 53-18. È ancora Swords ad andare a referto, 53-20, ma prima della terza sirena, c’è tempo per il tiro di Yacoubou e per i liberi di Ress, 57-20.

In apertura dell’ultimo periodo, Bona vince il duello sotto il tabellone con Sliskovic, 57-22. Dopo la tripla di Ress (la seconda della partita), il canestro di Reani fa sprofondare le umbre a -40, 62-22. La reazione d’orgoglio delle biancoazzurre porta la firma di Bona e Swords. Con il loro 8-0, il divario risulta un po’ meno pesante, 62-30, anche se c’è ancora spazio per Ress e per Reani, che fissano il risultato sul 67-30.

SCHIO: Yacoubou 6, Gatti 7, Sottana 2, Spreafico ne, Anderson 19, Masciadri 3, Sliskovic 2, Zandalasini 2, Putti, Ress 13, Reani 4, Macchi 9.

UMBERTIDE: Consolini 6, Cabrini, Pegoraro, Ortolani, Bona 8, Dotto, Moroni, Robbins, Villarini, Gemelos 4, Swords 12.

Ecco gli altri risultati:

  • Techmania Battipaglia – Cus Cagliari 78-73
  • Pallacanestro Vigarano – Fila San Martino Di Lupari 74-78
  • Gesam Gas Lucca – Saces Mapei Coconuda Dike Napoli 85-84 (dopo tre tempi supplementari)
  • Lavezzini Parma – Ceprini Costruzioni Orvieto 64-55
  • Passalacqua Ragusa – Umana Venezia 49-57

Riposava: Calligaris Triestina

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *