Breaking News

Zaia: “Troppe difficoltà per le Forze dell’ordine”

“E’ molto triste, ma fa anche rabbia, vedere le nostre Forze dell’Ordine travestite da lavavetri per fare presente ai cittadini le mille difficoltà che incontrano per garantire la loro sicurezza”. E’ con queste parole che il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha commentato oggi l’iniziativa del sindacato di Polizia Sap, presa a livello nazionale ma replicata anche in varie città venete, per denunciare la scarsità di uomini e l’assenza di formazione per coloro che dovrebbero presidiare i siti sensibili a rischio terrorismo.

Come nel caso della criminalità comune, – ha aggiunto Zaia -anche sul fronte antiterrorismo tra gli annunci e i fatti c’è una voragine. A sentire il governo, sarebbe stata schierata una grande task force contro i crescenti rischi del terrorismo islamico. A sentire invece chi dovrebbe stare in prima linea, gli agenti sono pochi e senza una preparazione specifica. A chi credere? Io sto con i poliziotti, perché l’Italia è probabilmente tra gli stati del mondo quello che tiene meno in considerazione le necessità delle sue forze dell’ordine e dei suoi cittadini”.

“La denuncia sulla scarsità di uomini e mezzi – aggiunge Zaia – è anche la mia quando, pressochè quotidianamente, chiedo allo Stato di rafforzare la lotta al crimine che sta dilagando in Veneto. Quanto alla formazione specifica, mi sembra l’Abc. Il terrorismo è un fenomeno tanto brutale quanto subdolo e, se chi è chiamato a fronteggiarlo non ne conosce i segreti e le caratteristiche più recondite, il risultato è uno solo: agenti esposti a rischi personali enormi e cittadini difesi poco e male”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *