lunedì , 20 Settembre 2021
Il Campo nomadi di Viale Cricoli, a Vicenza
Il Campo nomadi di Viale Cricoli, a Vicenza

Vicenza, staccata l’elettricità al Campo nomadi

Aveva detto che lo avrebbe fatto ed ha mantenuto la promessa. Achille Variati oggi ha staccato la corrente al Campo nomadi di viale Cricoli.  “Avevamo detto – ha sottolineato il sindaco di Vicenza – che avremmo interrotto l’erogazione di energia elettrica e così abbiamo fatto. Si tratta di una decisione che abbiamo adottato con fermezza per garantire uguaglianza: come più volte abbiamo ripetuto, le stesse regole devono valere per tutti i cittadini”. Il commento del sindaco è arrivato proprio al termine delle operazioni per il distacco dell’energia elettrica a questa utenza, attivata in via temporanea, solo per consentire le operazioni di trasloco dal campo provvisorio a quello definitivo, dopo i lavori di adeguamento soprattuto igienico che si sono protratti per alcuni mesi.

Achille Variati
Achille Variati

Il distacco dell’energia è avvenuto questa mattina, nonostante l’opposizione di alcuni nomadi che avevano cercato di impedire l’accesso dei tecnici di Aim alla cabina elettrica. Vi sono stato infatti momenti di tensione molto forte stamane, con una famiglia del campo che si è anche incatenata alla cabina elettrica per impedire il distacco dell’elettricità. Sono arrivati anche vari agenti delle forze dell’ordine, e alla fine i nomadi hanno ceduto e permesso ai tecnici di fare il loro lavoro. E’ stata comunque necessaria la chiusura al traffico di Viale Cricoli per circa un’ora.

Ora l’erogazione dell’energia dipenderà unicamente dalla stipula, da parte di ogni nucleo familiare, di singoli contratti individuali per le singole utenze. “È una decisione netta e chiara – ha aggiunto il vicesindaco Jacopo Bulgarini d’Elci – che forse non ha precedenti in Italia. I nomadi devono pensare ad un nuovo rapporto con l’amministrazione comunale, tenendo conto che il nostro compito è garantire uguali diritti per tutti i cittadini”.

Attualmente nessun nucleo familiare dei nomadi ha stipulato un contratto singolo e quindi non è stata attivata alcuna utenza. Al Comune di Vicenza è stato segnalato, dai servizi sociali, che alcuni nuclei familiari, più precisamente cinque utenze, a causa della presenza di un’anziana gravemente malata, un bambino disabile e neonati, potrebbero trovarsi in situazioni di potenziale rischio senza elettricità e riscaldamento.

Come previsto dal regolamento comunale, e grazie alla mediazione della Caritas che si è fatta garante dei consumi di questi nuclei familiari, il Comune ha quindi richiesto l’attivazione delle utenze per un periodo di una settimana per consentire loro di stipulare nel frattempo i contratti. Se non lo faranno, anche queste cinque utenze non avranno energia. A parte i cinque casi di fragilità estrema, il resto del campo è attualmente senza elettricità. “Il Comune – ha poi concluso Variati – con sensibilità e attenzione ha monitorato le fragilità all’interno del campo, ma un’eventuale assistenza può essere data solo con i criteri applicati anche a tutti gli altri casi simili in città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità