VicenzaVicenzareport

Vicenza, marocchino irregolare ruba da Coin

È in Italia anche se colpito da decreto di espulsione ed è stato sorpreso a rubare da Coin dei vestititi per un valore di 650 euro. Alle 17 di ieri, in Piazza Castello, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Vicenza hanno arrestato in flagranza di reato per tentato furto aggravato e false attestazioni a pubblico ufficiale sull’identità personale Youssef Fahmi, marocchino di 33 anni, in Italia senza fissa dimora, irregolare, nullafacente e volto noto alle forze dell’ordine. L’uomo è entrato nel negozio, ha dato un’occhiata in giro, ha scelto dei capi di abbigliamento ed è andato in un camerino con la scusa di provarsi i vestiti. Una volta lontano da occhi indiscreti ha tolto le placche antitaccheggio dai capi con l’aiuto di una tronchesina ma è stato sorpreso da un commesso che ha subito allertato il 112.

Youssef Fahmi
Youssef Fahmi

Una volta scoperto sul fatto Fahmi ha cercato di disfarsi della merce e dell’attrezzo da scasso e ha tentato di scappare. Fuori dal negozio però ha trovato i militari che lo stavano aspettando, quindi lo hanno bloccato e arrestato. I carabinieri hanno poi provveduto a restituire la refurtiva a Coin e a sequestrare la tronchesina utilizzata per rimuovere la placche antitaccheggio. Il marocchino è stato portato in caserma e, durante le operazioni di fotosegnalamento, si è scoperto che aveva fornito generalità false. Inoltre è stato denunciato in stato di libertà per permanenza illegale sul territorio italiano, poiché era in Italia nonostante fosse destinatario del decreto di espulsione emesso dalla Prefettura di Trapani lo scorso 12 gennaio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button