Breaking News

Vicenza, a fuoco pullman di Ftv in viale dell’ippodromo

Principio di incendio, nella mattinata di oggi, su un autobus dell’azienda pubblica di trasporto stradale extraurbano Ftv, di Vicenza. E’ avvenuto nella zona di piazzale Bologna, in viale dell’Ippodromo, per motivi ancora da accertare. Per fortuna a bordo non c’erano passeggeri, nessuno si è fatto male insomma, ed il tempestivo intervento degli autisti, che hanno subito messo mano agli estintori, e quello dei Vigili del fuoco subito dopo, hanno fatto sì che l’incendio fosse preso in tempo e spento quasi sul nascere, evitando così probabili peggiori conseguenze.

Sulla questione è subito intervenuto il sindacato che più da vicino segue gli autisti Ftv, la Filt Cgil di Vicenza, spesso critica nei confronti dell’azienda di trasporto pubblico e in prima linea nel chiedere migliori condizioni di lavoro per il personale viaggiante.

“Non sappiamo – ha infatti commentato Massimo D’angelo – se l’incendio sia divampato per usura dei pezzi o per mancata manutenzione, ma ciò che sappiamo è che Filt Cgil da tempo, assieme alla Rappresentanza sindacale unitaria aziendale, sollecita assunzioni nel comparto manutenzione e l’acquisto di nuovi mezzi”.

“Il parco macchine, – ha spiegato più in dettaglio il sindacalista – composto da circa 257 mezzi, ha bisogno di essere aggiornato. Le scorte dei mezzi sono ormai ridotte al lumicino, con il rischio di lasciare appiedati gli utenti se dovessero verificarsi rotture impreviste in linea. Il personale delle officine è carente di almeno cinque unità e non riesce più a far fronte alle continue esigenze di un parco macchine che, essendo sempre più vetusto, necessita di interventi frequenti”.

La scorsa settimana, la Filt Cgil di Vicenza, ha richiesto un incontro all’azienda per definire il piano di assunzione del personale, anche considerando il fatto che vi sono lavoratori con il contratto in scadenza nel maggio di quest’anno. “Bisogna subito intervenire – ha  ammonito D’Angelo -, il tempo è scaduto ed è nostro obbligo, come parte sindacale, tutelare il servizio, la salute e la sicurezza dei cittadini e dei lavoratori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *