venerdì , 18 Giugno 2021

Caricava bombola da cucina col Gpl, denunciato benzinaio

Caricava le bombole del gas da cucina col Gpl erogato dal distributore di cui è gestore e si è beccato una denuncia. Ad essere denunciato dai finanzieri della Tenenza di Noventa Vicentina è stato un imprenditore locale, gestore di un impianto di carburanti nella periferia cittadina. I militari hanno sorpreso l’uomo mentre riempiva una bombola da cucina ad un cliente, usando le proprie attrezzature di erogazione. Un fatto grave per la pericolosità che il gesto può causare.

Il rischio di incendi ed esplosioni infatti è alto, e per questo le Fiamme Gialle hanno provveduto a sequestrare gli erogatori e la cisterna del Gpl per autotrazione, la bombola del cliente e l’adattatore artigianale utilizzato per raccordare la pistola erogatrice della colonnina all’imbocco della bombola. I militari hanno contestato anche delle sanzioni economiche: al gestore dell’impianto una che varia da 5 mila a 10 mila euro, al cliente da 2 mila a 4 mila euro.

foto 1L’attività della Guardia di Finanza si inserisce in una serie di servizi per la prevenzione e la repressione degli illeciti in materia di oli minerali e prodotti energetici che, per loro natura, possono produrre effetti deleteri anche sulla sicurezza e l’incolumità pubblica. Per questo si raccomanda ai cittadini la massima attenzione per l’utilizzo delle bombole Gpl per uso domestico, che necessitano di periodiche revisioni negli impianti autorizzati.

Col riempimento in un distributore stradale si corre il rischio di caricare la bombola al massimo della capienza, con un duplice pericolo: all’aumentare della temperatura ambientale aumenta la vaporizzazione del gas liquefatto che tende a riportarsi allo stato gassoso accrescendo la pressione all’interno del contenitore che, se non perfettamente efficiente, potrebbe esplodere lungo una delle linee di saldatura; inoltre parte del gas ancora allo stato liquido potrebbe fluire verso le utenze con concreto elevato pericolo di incendio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità