Vicenza attrattiva e virtuosa in Veneto per Tasi e Imu

Vicenza è il Comune più attrattivo in Veneto per l’aliquota Tasi e il più virtuoso per l’Imu. E’ quanto emerge da una classifica stilata da Confartigianato Veneto che ha valutato i 52 Comuni della regione con oltre 5.000 abitanti e con il maggior numero di imprese, attribuendo un punteggio di attrattività fiscale sulla base delle aliquote Imu, Tasi, Tari o Tares, oneri di urbanizzazione ed altri parametri.

Michela Cavalieri
Michela Cavalieri

Per quanto riguarda la Tasi Vicenza è il Comune più attrattivo (636,13, al 22° posto nel ranking), seguito da Verona, 32° (579,07), Treviso 35° (570,97), Belluno 37° (568,13), Padova 40° (541,35), Rovigo 41° (539,99) e Venezia 43° (512,35). Inoltre Vicenza è il più virtuoso per l’Imu con Cittadella, Vigonza, Mogliano Veneto, Scorzè, Negrar, Campodarsego, Bovolone, Valeggio sul Mincio, Zevio e Pieve di Soligo, dove l’aliquota risulta essere pari allo 0,76%.

“Con soddisfazione vengo a conoscenza di questi lusinghieri risultati – ha dichiarato l’assessore alle risorse economiche Michela Cavalieri -. Ricordo che in questi anni difficili ci siamo fortemente impegnati per mantenere i servizi ai cittadini: per esempio abbiamo voluto tenere inalterate alcune tariffe, tra cui quelle per le mense scolastiche, per non incidere sul bilancio familiare già gravato da numerose spese. Inoltre risultiamo essere tra i Comuni migliori del Veneto per quanto riguarda l’addizionale Irpef e al terzo posto in Italia per contenimento della spesa in relazione ai fabbisogni standard, cioè al costo per abitante a parità di servizi resi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *