Breaking News

Vicenza, assegnati gli orti sociali in Valletta del Silenzio

Nell’Oasi naturalistica della Valletta del Silenzio, a Vicenza, sono stati assegnati oggi 18 nuovi orti urbani: 13 di essi verranno coltivati dai richiedenti che hanno partecipato al bando predisposto dal Comune, gli altri 5 orti sono stati destianti invece a persone in difficoltà e saranno assegnati dal settore Servizi sociali. La consegna delle chiavi è avvenuta alla presenza dell’assessore alla partecipazione del comune berico, Annamaria Cordova, e del consigliere comunale Valter Bettiato Fava. Oltre agli assegnatari, a cui è stata consegnata la chiave per l’apertura del cancello di recinzione, c’era anche Isabella Busato, volontaria del Wwf di Vicenza, che ha sottolineato l’importanza dell’utilizzo di pratiche biologiche per la coltivazione di prodotti della terra.

La graduatoria è stata stilata dagli uffici a seguito dell’assegnazione di punteggi in base ai requisiti previsti dal bando. Per le categorie “orti per anziani” e “orti per famiglie” erano necessari la residenza nel Comune di Vicenza, non possedere altri appezzamenti di terreno coltivabile nel territorio comunale delle dimensioni almeno 50 metri quadrati, non essere imprenditore agricolo ed essere in grado di coltivare personalmente l’orto. Gli anziani richiedenti dovevano aver compiuto 65 anni o essere già in pensione. Gli “orti per associazioni” erano riservati ad associazioni, fondazioni, cooperative sociali, organizzazioni di volontariato, onlus o enti collettivi senza scopo di lucro operanti nel Comune di Vicenza da almeno tre mesi e con quota prevalente di associati residenti in città.

La concessione dura due anni ed è rinnovabile di un ulteriore anno. Gli assegnatari avranno a disposizione un manufatto in pietra, provvisorio, per il ricovero degli attrezzi e acqua per l’irrigazione. Il progetto non comporta oneri di gestione per l’amministrazione visto che i consumi d’acqua e l’energia elettrica verranno coperti con il pagamento di un canone di 40 euro annui. Non dovranno versare il canone gli anziani con Isee superiore a 6.517,94 euro e le famiglie con Isee non superiore a 10.632,94.

La realizzazione degli orti è costata complessivamente 15 mila euro, la maggior parte dei quali finanziati dalla Regione Veneto. L’oasi Valletta del Silenzio dove si trovano gli orti dall’ottobre del 2014 è più accogliente grazie all’intervento di valorizzazione e di ripristino attuato dall’assessorato alla cura urbana e reso possibile dal cofinanziamento della Regione Veneto. La riqualificazione verrà completata con un centro di accoglienza che comprenderà anche un luogo dove ricoverare gli attrezzi e che verrà realizzato non appena giungeranno i finanziamenti regionali. In totale sono 114 gli orti urbani, a Vicenza, che l’amministrazione mette a disposizione dei cittadini, 56 in via Baracca, 24 in via Fratelli Bandiera, 21 in via Adige e 18 in Valletta del Silenzio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *