lunedì , 19 Aprile 2021
La mostra Interiors a Vicenza

Vicenza, apre un nuovo spazio d’arte e cultura

Sono tempi difficili e con la cultura “non si mangia” come ebbe a dire infelicemente un Ministro italiano qualche anno fa. Eppure – e per fortuna – c’è ancora chi ha voglia di sperimentare, di creare qualcosa di nuovo per sè e per gli altri. Domenica 22 febbraio a Vicenza nascerà un nuovo spazio per l’arte e la cultura in centro città. Si chiama Mirror e vedrà la luce in concomitanza con l’inaugurazione della mostra Interiors. Il nuovo spazio espositivo trova posto in una delle vie a maggiore vocazione artigianale, contrà Porta Santa Lucia 16/18, e sarà una galleria d’arte ma anche una libreria specializzata in edizioni indipendenti. L’inaugurazione della mostra sarà preceduta da una performance di Alessandro Bevilacqua dal titolo Mirrors, che indaga sul rapporto con lo specchio, oggetto che riflette tutto di noi ma che ogni volta ci permette di scoprire qualcosa di diverso.

La sede di Mirror
La sede di Mirror

“Lo spazio – spiega Teresa Francesca Giffone, organizzatrice dell’evento – sarà aperto alle arti e si distingue per l’arredo d’artista, curato dalla creativa vicentina Elvezia Allari. L’arredo sarà caratterizzato dall’uso di oggetti rielaborati, che attraverso la fantasia e l’abilità acquistano nuova vita, in uno stile che coniuga creatività e ricercatezza. In occasione dell’inaugurazione si terrà la mostra dell’artista Francesca Belgiojoso, che proporrà i suoi più recenti photocollage. La mostra Interiors propone più di quindici opere che indagano il mondo interiore femminile: l’intreccio di fotografie e illustrazioni d’epoca con ritagli di riviste contemporanee danno forma a sogni e fantasie di donne”.

Elvezia Allari ha frequentato l’istituto d’arte Fabris di Nove, sezione ceramica, e si è diplomata in restauro architettonico per pietra e affresco all’istituto Engim di Vicenza. Crea allestimenti, monili ed opere di textile design artificiali. Al lavoro artistico di istallazione e alla progettazione di set teatrali, scenografie per eventi e per showroom, case di moda e negozi di arredamento, affianca una produzione sperimentale di design creativo con assemblaggi materiali vintage.

Francesca Belgiojoso, laureata in psicologia all’Università Cattolica di Milano, è poi assistente del fotografo della Magnum David Alan Harvey; durante il suo soggiorno a New York si è formata all’utilizzo delle PhotoTherapy Techniques con Judy Weiser, diventando in seguito sua assistente. Dal 2012 insegna e utilizza queste tecniche nella sua pratica clinica con adolescenti e giovani adulti nello studio ArteCrescita di Milano. Conduce workshop di formazione per fotografi, educatori e arteterapeuti sull’utilizzo della fotografia come strumento di crescita personale. Comincia ad esporre nel 2012 e nell’ultimo anno ha avuto varie esperienze espositive in tutta Italia. Recentemente è stata selezionata come finalista per il Premio Arte Laguna 2015.

Alessandro Bevilacqua è performer e attore vicentino. Collabora con varie compagnie teatrali del Veneto. Dal 2011 con Chiara Bortoli svolge una ricerca sull’arte performativa e partecipa a numerosi progetti del collettivo Jennifer Rosa, in Italia e all’estero. Mirror è stato presentato in prima assoluta nel 2013 a Vicenza. Nello stesso anno alla Emerson Gallery di Berlino, all’edizione 2013 di Pulsart ed ancora alla Caos Gallery di Mestre. Nel 2014 è stato ancora proposto per la rassegna Danse & Move dello Spazio Bixio di Vicenza e nella città berica ancora per la rassegna Sguardi in Basilica Palladiana.

Mirror è in contrà Porta Santa Lucia 16/18 a Vicenza. Il vernissage è previsto alle ore 18 di domenica 22 febbraio con ingresso gratuito. La mostra resterà aperta fino a domenica 22 marzo con ingresso libero. Per informazioni: 349 8417314.

Alessandro Scandale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità