Breaking News

Studenti di Breganze impegnati per la Somalia

Studenti del vicentino impegnati in un progetto di aiuto umanitario a favore di una delle nazioni più povere e martoriate del mondo, la Somalia. Ad essere coinvolti sono i giovani dell’istituto Andrea Scotton, di Breganze, che, guidati dai loro insegnanti, costruiranno attrezzature e dispositivi utili alle attività umanitarie che svolge nel paese del Corno d’Africa l’associazione umanitaria Hdig (Humanitarian Demining Italian Group).

Elena Donazzan
Elena Donazzan

Questa associazione infatti, che ha sede a Roma, nella città militare della Cecchignola, ha stretto un accordo di collaborazione con l’Istituto Scotton che, per altro, verrà presentato domani a Breganze, presso la stessa scuola. Sarà presente anche l’assessore regionale all’istruzione, Elena Donazzan, ed assieme a lei  vi saranno anche il dirigente scolastico dell’istituto, Mario Maniotti, e il presidente nazionale dell’Hdig, Riccardo Galletti.

Ricordiamo che la Somalia è un paese martoriato da 23 anni di guerra, nel quale le famiglie che hanno l’uso di acqua potabile e servizi igienici sono una netta minoranza, le medicine sono scarse o inesistenti, e la mortalità infantile è tra le più alte al mondo. I dispositivi, che verranno realizzati allo Scotton, utilizzando materiali poveri, reperibili anche in Somalia, produrranno ipoclorito di sodio, in grado di distruggere germi, batteri, e virus, dando così una risposta mirata alle richieste dei medici somali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *