Provinciavicenzareport

Schio, rubavano navigatori e accessori di auto di lusso

Alla base ci sarebbe un mercato clandestino e internazionale di impianti di navigatori satellitari per auto di lusso nel traffico illecito che hanno scoperto i carabinieri di Schio. I militari hanno denunciato a piede libero, per furto e ricettazione, due moldavi: un 33enne operaio di Schio e un 35enne disoccupato, incensurati. I due erano sorvegliati speciali dei carabinieri comandati dal capitano Vincenzo Gardin a causa dei loro numerosi viaggi nel nord d’Italia e delle loro frequentazioni con meccanici della stessa etnia. Frequenti viaggi avvenivano anche a Vicenza, dove i due venivano per per spedire i pacchi nel loro paese. Il blitz è scattato alle 7.30 di ieri quando i militari dell’Arma hanno fermato al casello autostradale di Thiene – Schio una Opel Astra con a bordo i due moldavi.

Perquisizioni hanno permesso di rinvenire nell’auto una bella sorpresa: nel bagagliaio c’erano infatti ben 25 blocchi navigatori e 5 plance di Audi, Mercedes e Bmw. I controlli dei codici di serie hanno fatto emergere che i navigatori erano stati rubati nella notte a Casalecchio di Reno. Oggi i carabinieri hanno eseguito dei controlli anche nelle abitazioni dei due denunciati: a casa del 35enne non è stato trovato nulla, mentre in quella del 33enne sono stati sequetsrati 21 blocchi navigatori e 7 plance comando. Le indagini sono ancora in corso per tracciare il mercato illecito e individuare altri complici. La refurtiva recuperata ha un valore di 350 mila euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button