Breaking News
Lo spazio Shed del Lanificio Conte

Schio, al Lanifico Conte nel weekend protagonisti i giovani

Da una parte i giovani e il loro bisogno di trovare spazi per socializzare, dall’altra il desiderio dell’ente pubblico di venire incontro a questo bisogno. L’incontro delle due volontà ha portato alla nascita di Shed Kunstfest, un contenitore di musica, arte e collezionismo che riempirà nel fine settimana lo spazio Shed del Lanificio Conte di Schio. Allo Shed Kunstfest (il termine kunst in tedesco significa arte) la parte del leone la farà la creatività di artisti e musicisti, che si esprimeranno attraverso mostre, esibizioni dal vivo e un mercatino al femminile.

Grande spazio sarà destinato all’arte in tutte le sue forme con nove artisti che esporranno il meglio delle loro produzioni: Jacopo Pagin, Federico Zotta, Veronica Merlo, Phuong Ong, Thomas Scalco, Ivano Mantese, Annaviola Faresin, Giovanni Pierbon, Bessie Secor photography, Eleonora Bonollo e Alessandro Fogo. A margine anche alcuni espositori di dischi in vinile, abbigliamento vintage e un mercatino del fai da te a cura dell’associazione La vie en Rose, con prodotti di lavorazione artigianale femminile. Presenti anche i redattori del Lahar Magazine che faranno conoscere al pubblico il loro alternativo prodotto editoriale.

Cinque le esibizioni previste: venerdì sera 6 febbraio ad esibirsi sarà il complesso francese degli Erotic Market, in una delle due uniche due date italiane (l’altra è Firenze) di un lungo tour europeo che toccherà le maggiori città del vecchio continente. Ad aprire la serata l’esibizione del duo scledense Salvinorin ed il reading letterario del collettivo Dagored accompagnato da danza e musica. Nella serata di sabato 7 febbraio il protagonista sarà il giovanissimo producer veneziano Yakamoto Kotzuga, una delle rivelazioni musicali del 2014. Sarà presente anche il produttore scledense This Gratia, al secolo Simone Colosimo.

L'assessore Corzato
L’assessore Corzato

“La manifestazione si inserisce in un più ampio progetto dell’amministrazione per stimolare la partecipazione degli under 35 ad eventi culturali – spiega Barbara Corzato, assessore alle politiche giovanili di Schio – . Gli organizzatori sono i primi a beneficiare delle tariffe agevolate per l’utilizzo degli spazi comunali. Ho appoggiato da subito questa iniziativa perchè apprezzo l’impegno dei due ragazzi che si sono occupati dell’organizzazione e spero possano essere da esempio per i loro coetanei per future iniziative simili”. Corzato, il più giovane membro di una Giunta in tutto il Veneto, ha anche aggiunto che i giovani scledensi chiedono di essere sempre più protagonisti e sempre meno spettatori, ospiti o comparse, ed è compito dell’ente pubblico agevolarli in questo.

I due organizzatori della rassegna, Corrado Marzolini e Fabio Landi, sottolineano che l’idea per questa manifestazione è venuta loro da due considerazioni: l’assenza di un luogo di aggregazione per i giovani nel centro storico, se si escludono i bar, e la presenza sul territorio e tra i coetanei di un fiorire di attività artistiche e musicali che spesso non trovano il giusto spazio per farsi conoscere.

“Abbiamo proposto l’idea all’amministrazione, dialogando in particolar modo con l’assessore Corzato, ed abbiamo individuato nello spazio Shed il luogo ideale per questo tipo di iniziativa. Una volta ricevuto il benestare per l’organizzazione le cose sono venute quasi naturalmente: abbiamo lanciato una sorta di convocazione per artisti emergenti interessati a mettere in mostra i loro lavori e il feedback è stato notevolissimo, con una ventina di artisti che hanno dato la loro disponibilità a partecipare all’evento. Tra questi ne abbiamo scelti una decina cui verrà affidato uno spazio personale in cui esporre il meglio della loro produzione. All’arte abbiamo voluto affiancare la musica, nostra grande passione, con due concerti di artisti di livello internazionale, i francesi Erotic Market e l’enfant prodige veneziano Yakamoto Kotzuga, le cui esibizione saranno aperte da due promettenti produttori locali”.

Augurandosi una buona riuscita dell’evento, gli organizzatori già pensano di poterlo riproporre con cadenza mensile. Lo spazio sarà aperto venerdì 6 febbraio dalle 18 alle 24 e sabato 7 dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 24.

Alessandro Scandale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *