Senza categoria

Oggi… M’illumino di meno. Aderisce anche Cna Vicenza

Oggi, in Italia, è la giornata dedicata al risparmio energetico e allo sviluppo sostenibile, due temi che in questi anni hanno assunto una importanza vitale per la nostra società. Tra l’altro si tratta di due necessità alla base non solo della salvaguardia dell’ambiente ma anche di uno stabile sviluppo economico. L’iniziativa che promuove questi temi in tutto è il paese è M’illumino di meno, evento nazionale organizzato da Caterpillar di Radio2 che ci invita a spegnere, dalle ore 18 alle 20, i dispositivi elettrici non indispensabili.

Ad essa hanno aderito ufficialmente una gran parte dei comuni italiani, e così è anche nella nostra provincia. Anche le categorie produttive sono sensibili al tema del risparmio energetico e di un uso delle risorse del pianeta oculato e lungimirante. Tra di esse la Cna, ed in particolare quella di Vicenza, che negli ultimi anni ha sviluppato molti progetti per diffondere la cultura del rinnovabile e per sensibilizzare gli imprenditori al tema dell’ecosostenibilità.

“Da quando il problema della crisi climatica è entrato nella coscienza di tutti – commenta oggi Roberto Segalla, presidente dell’Unione installazione e impianti di Cna Vicenza – la sensibilità della nostra associazione verso questo tema è molto cresciuta. Gli obiettivi europei di ridurre del 20% le emissioni di gas serra e aumentare del 20% l’efficienza energetica entro il 2020 sono stati la spinta sotto la quale abbiamo iniziato a lavorare su questi temi. Nel 2009 abbiamo sviluppato una rete di imprese, Cna Ri-edilizia team, che ha lavorato sul territorio installando impianti fotovoltaici e creando sinergie positive tra le imprese dell’edilizia”.

All’interno di un percorso di coinvolgimento dei cittadini, poi, Cna Vicenza ha appoggiato il Piano d’azione per l’energia sostenibile del Comune di Santorso, un progetto che coinvolge tutta la comunità per dare un futuro sostenibile alle nuove generazioni.

“L’obiettivo di queste iniziative – ricorda Segalla – è di sensibilizzare i cittadini, soprattutto i più giovani, a far sì che comprendano che anche piccoli accorgimenti quotidiani possono trasformarsi in un grande risparmio globale. Credo, inoltre, che il problema dell’efficientamento energetico possa divenire una grande opportunità per molte imprese, e dare un impulso all’economia. Per questo stiamo lavorando anche con percorsi formativi, per informare gli artigiani sui nuovi standard costruttivi e per trasformare i nostri imprenditori nei primi portavoce consapevoli di una cultura del risparmio e dell’efficienza energetica “.

Cna Vicenza conclude invitando “tutte le imprese ad aderire a M’illumino di meno, spegnendo dalle 18 alle 20 i dispositivi elettrici non necessari al processo produttivo. Spegnere le luci è un modo per testimoniare il ruolo delle imprese artigiane nella salvaguardia dell’ambiente”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button