Vicenzavicenzareport

Nomadi, Forza Nuova accusa tutti, Caritas in particolare

“Forza Nuova è pronta a scendere in strada, a Vicenza. Siamo riusciti ad opporci all’arrivo dei nomadi in via Muggia, qualche mese fa, ed anche oggi, come allora, non lasceremo nulla al caso. Se non verranno accelerate le procedure di sgombero definitivo dei campi nomadi presenti in città e provincia, la situazione potrebbe precipitare. La gente è esasperata, e noi siamo sempre passati dalle promesse ai fatti. Sarà così anche questa volta, dato che abbiamo in previsione una grande manifestazione nella zona di Viale Cricoli”

Comincia così un duro comunicato di Forza Nuova Vicenza riguardo a quello che è in questi giorni il tema più scottante nel capoluogo berico. Seppur i toni sono in questo caso più duri, Forza nuova non è comunque il solo soggetto del mondo politico a pensarla così. Anche la Lega Nord, ad esempio, attraverso parecchi suoi esponenti, si è espressa per la “cacciata” dei nomadi dalla città. Quanto poi alla questione delle bollette dell’energia elettrica, ogni commento è superfluo.

Tutta la città insomma è con l’amministrazione comunale che ieri ha staccato la spina e che non ridarà corrente al campo nomadi finché non sarà sanata la situazione, ovvero finché non saranno fatti contratti di allaccio per nucleo familiare e non saranno pagati gli arretrati. I nomadi invece non ci stanno, ritengono ingiusto il trattamento, sulla base del fatto che per loro è assai difficile trovare lavoro ed avere un reddito che gli consenta certe spese. Tra una opinione pubblica ormai insofferente e le comunità sinti e rom di Vicenza, c’è nel mezzo la Caritas, che fa quanto possibile, tra grandi difficoltà, per mediare e conciliare.

E ci corre l’obbligo di riferire che, proprio contro la Caritas, si scaglia adesso Forza Nuova che parla di una gestione dei campi nomadi ormai fuori controllo. “Siamo pronti a scendere in strada – scrive il gruppo di estrema destra – non solo per chiedere lo sgombero di tutti i campi nomadi in città e provincia, ma anche per tutelare l’intera cittadinanza di fronte all’ennesima provocazione intollerabile della Caritas, che a quanto pare, si sarebbe offerta di pagare le bollette ai nomadi di Viale Cricoli”.

E’ un po’ insomma, quello di Forza Nuova, il classico “sparare sulla Croce Rossa”, ma è anche un attacco su tutti i fronti e a tutte le istituzioni, anche “per le sconcertanti dichiarazioni – continua il comunicato – delle diverse forze politiche, a partire dalla Lega Nord e Forza Italia. La mala gestione delle vicende legate ai nomadi ha proprio origini con loro. La Lega Nord, molto abile in propaganda e slogan, dimentica che era stata la prima a votare per la ristrutturazione del campo nomadi di Viale Cricoli con i soldi dei cittadini. Forza Italia, durante l’amministrazione Hullweck, ha regolarmente pagato le bollette al campo con i soldi nostri, Variati si è poi legato in maniera ombelicale ai predecessori”.

“La caritas vuole pagare le bollette ai nomadi? Bene, porteremo alla Caritas le bollette insolute che i vicentini onesti, disoccupati, distrutti dalla crisi, non riescono a pagare. Se verranno pagate le bollette ai nomadi, procederemo con denunciare formalmente la Caritas in base alla legge Mancino per discriminazione nei confronti della popolazione vicentina in difficoltà”. Forza Nuova conclude poi annunciando che organizzerà le passeggiate per la sicurezza, iniziative pubbliche, dice, che saranno completamente apolitiche.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button