sabato , 19 Giugno 2021
Nella foto i due poliziotti di prossimità

A Montecchio e Brendola arriva la polizia di prossimità

I problemi di convivenza che sorgono giorno per giorno possono complicare non poco la vita dei cittadini. Per risolvere queste piccole ma grandi difficoltà nasce nei comuni di Montecchio Maggiore e Brendola la polizia di prossimità. Il servizio, voluto dai due sindaci Milena Cecchetto e Renato Ceron, sarà attuato dalla Polizia locale dei castelli. Da domani, quindi, saranno presenti nel territorio due poliziotti che i cittadini potranno chiamare direttamente per risolvere tutte quelle situazioni di vita ordinaria poco piacevoli. Avranno cioè le stesse funzioni dei vigili di quartiere, ma in porzioni di territorio più grandi. Per tutto il resto invece ci si potrà recare, come al solito, al comando della Polizia locale.

Milena Cecchetto
Milena Cecchetto

Mediare in caso di conflitti, intervenire se per esempio l’uscita di casa è bloccata da una macchina parcheggiata, controllare che i proprietari di cani raccolgano le deiezioni dei propri animali. Sono solo alcune delle mansioni dei due poliziotti, che dal lunedì al sabato si troveranno a rotazione nei territori di Montecchio Maggiore e Brendola. In questo modo un poliziotto di mattina e uno di pomeriggio sarà presente nelle diverse zone dei due comuni o si recherà laddove vi sia bisogno. Sarà infatti possibile contattare direttamente le due persone al numero 3426434868 o all’indirizzo email prossimita@polizialocaledeicastelli.it.

“Con questo servizio – spiega il comandante della Polizia locale dei castelli Chiara Crestani – portiamo la polizia locale vicino al cittadino, che non dovrà più chiamare il comando locale per risolvere le questioni più spicce ed immediate e avrà subito qualcuno al suo fianco per risolverle. Vogliamo che si crei un rapporto di fiducia tra i poliziotti e i cittadini e che questi siano coinvolti nel costruire la loro sicurezza”. “Veniamo incontro – dice Milena Cecchetto – alle richieste della popolazione, che già nel mio primo mandato chiedeva la polizia di prossimità”. “Questi poliziotti – le fa eco Renato Ceron – diventeranno l’alter ego del sindaco: saranno vicini ai cittadini e conosceranno tutte le loro difficoltà”.

Si parte quindi domani nella zona delle Alte e si continua poi con le frazioni collinari dei due comuni. In tutto il territorio i poliziotti lasceranno a negozianti e cittadini i biglietti da visita con i loro contatti.

Martina Lucchin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità