Arte, Cultura e Spettacoli

Libri, Tiziano Terzani e la forza della verità

Nel novembre scorso la libreria di palazzo Roberti a Bassano aveva ospitato la presentazione del libro Un’idea di destino – Diari di una vita straordinaria (Longanesi editore), scritto da Angela Terzani che con quello scritto ricordava il marito Tiziano. Oggi l’editore vicentino Il Punto d’Incontro pubblica Tiziano Terzani – La forza della verità, biografia intellettuale di un saggio dei nostri tempi, scritto da Gloria Germani. Terzani è diventato una delle voci spirituali più amate del nostro tempo e l’ evoluzione della sua coscienza si snoda attraverso i libri che ci ha lasciato.

copertinaDalla prima cronaca di guerra in Vietnam, all’impegno dolo l’11 settembre fino alla lucida attesa della morte, la vita di Terzani procede senza compromessi, scandita dalla riflessione sulla storia recente dell’Asia. Terzani, che aveva lasciato l’Italia e l’Europa in cerca di una società più giusta, intravista all’inizio nel socialismo di Mao, finirà per compenetrarsi sempre più a Gandhi, al digiuno dal consumismo e a quella forza della verità con cui il Mahatma combatteva i colonizzatori inglesi. La questione fondamentale rimane sempre quella della conoscenza, e lo sguardo di Terzani smaschera i limiti della visione materialistica e scientifica della modernità, impegnata ad impossessarsi del mondo esterno. La strada verso una dimensione collettiva e sociale più in sintonia con la natura coincide con un percorso spirituale ispirato alla saggezza dell’Oriente.

“In contrasto con la specializzazione tipica di ogni professione moderna, forse nessuno meglio di Terzani ha saputo mettere a frutto il grande vantaggio dell’essere giornalista: la possibilità eccezionale di allargare il proprio sguardo, di spaziare e indagare orizzonti vasti e non codificati – scrive l’autrice – . E’ riuscito a schivare le due trappole insidiose di questo mestiere. Da una parte, l’ossessione del presente, l’assillo della notizia, la fretta. Dall’altra la seduzione del potere che fagocita chi per mestiere si siede accanto ai grandi poteri, o con la sua penna determina l’opinione della gente”.

Inebriati dall’illusione di dominare la natura e dall’idea di esserne padroni, abbiamo ignorato il fatto che se consumiamo le risorse naturali per favorire sempre di più l’economia, le risorse non tornano più e l’energia si consuma. E abbiamo scordato soprattutto che la crescita continua è un’astrazione contraddittoria e che l’uomo e noi stessi siamo soltanto anelli nella delicata catena dell’equilibrio naturale.

Come ribadiva Terzani pochi mesi prima di morire: “dovunque mi ha interessato il lato umano. Non si riesce mai a ripeterlo abbastanza: tutti questi esperimenti, queste società moderne, non si possono valutare solo sulla base della loro struttura economica, ma soprattutto dal tipo di uomo che producono, dal tipo di vita che gli fanno fare”.

Ed è per questo che è potuto diventare un autentico amante della saggezza. In mezzo al continuo informare politically correct dei mass media per cui tutto è lecito, tutto è al medesimo livello, Terzani ha voluto soprattutto parlare alle nuove generazioni. Per far capire loro che il mondo si può cambiare. Che possiamo e dobbiamo imboccare una strada di evoluzione più pacifica, più umana, più spirituale, più vicina alla natura.

Gloria Germani, filosofa e scrittrice, si è dedicata soprattutto al dialogo tra Oriente e Occidente per costruire quella rivoluzione culturale che ci permetterà di fronteggiare le tante crisi che stiamo vivendo. Il suo Teresa di Calcutta: una mistica tra Oriente e Occidente è stato pubblicato in varie lingue e nel 2003 Terzani ne ha scritto la prefazione. Tra gli altri suoi lavori: Tutto è Uno: l’insegnamento dell’Advaita Vedanta, Tiziano Terzani: la rivoluzione dentro di noi, A Scuola di felicità e decrescita: Alice Project, con prefazione del Dalai Lama. È attiva nel movimento per la localizzazione e la decrescita felice, oltre ad essere editrice della collana di film documentari Satya.doc.

Alessandro Scandale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button