Senza categoria

Festa della donna, tanti gli eventi a Vicenza

Mostre, incontri, convegni, musica, teatro e anche preghiera. In vista della Festa della donna, l’otto marzo, il Comune di Vicenza mette sul piatto 18 eventi tra cui scegliere. Tante anche le associazioni coinvolte che, grazie alla collaborazione di due sponsor vicentini, Casarotto parrucchieri e Burro De Paoli, propongono eventi dal primo marzo all’8 aprile. In prima linea le associazioni della Consulta alle politiche di genere, presieduta dal consigliere comunale delegato alle pari opportunità, Everardo Dal Maso. Al centro, la donna sotto diversi aspetti: dalla violenza domestica, alla valorizzazione del suo ruolo nel mondo del lavoro fino alle questioni di genere nella cultura araba.

Il clou degli eventi si concentrerà domenica 8 marzo. Due gazebi, uno dell’associazione Donna chiama Donna e l’altro del Centro culturale islamico Ettawbavi, saranno in piazza dei Signori dalle 10 alle 18. Verranno venduti primule gialle e cibo tradizionale arabo. Il ricavato andrà al Centro comunale antiviolenza di Vicenza. Si continua al teatro Astra con lo spettacolo, promosso dal Consiglio dei Ministri e dal Dipartimento per le pari opportunità, “L’inferno non esiste”, tratto dalle storie di Susanna Tamaro e interpretato da Laura Lattuada. Infine, alla chiesa di San Carlo a Villaggio del Sole, ci sarà la testimonianza della suora impegnata in Siria, Carol Cooke.

Everardo Dal Maso
Everardo Dal Maso

Tanti anche gli appuntamenti spalmati negli altri giorni. Tra questi, il primo marzo l’incontro aperto alle donne vicentine al Centro islamico di via Vecchia Ferriera, una conferenza-concerto il 5 marzo e il 6 la lettura di opere di scrittrici dell’‘800 e del ‘900. Il 9 marzo ci sarà “La cerimonia delle candele 2015”, mentre il 10 con il convegno “Orgoglio e pregiudizio” si parlerà di donna e welfare aziendale. Seguiranno un incontro organizzato da Delos, l’11 marzo, e il 12 la presentazione delle poesie di Nina Nasilli. Infine, l’8 aprile, il convegno sui “Femminismi musulmani”. Anche due mostre, nel centro storico, avranno al centro la donna: la mostra fotografica “Meravigliosa creatura” (20 febbraio-20 marzo) e l’altra, “Incerta Mulier” (7-28 marzo), sull’identità femminile e i suoi ruoli.

“Dobbiamo tenere alta l’attenzione sulla posizione della donna – ha spiegato Everardo Dal Maso – nella società di oggi. Con la Consulta alle politiche di genere, composta da molte associazioni femminili, lo facciamo soprattutto in due giornate simboliche: l’8 marzo e il 26 novembre, contro la violenza sulle donne. Perché, purtroppo, nel 2015 la donna soffre ancora di molte differenze”.

Martina Lucchin

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button