Sport

Il Bassano non perde colpi, Nolè stende il Pordenone

Nel fine settimana in cui tutte le dirette concorrenti avevano già centrato   la vittoria, per il Bassano contava solo fare altrettanto. Basta e avanza dunque uno striminzito 1-0 contro l’ultima della classe per soddisfare abbondantemente il tecnico Tonino Asta, perché frutto di una prestazione molto più sostanziosa di quanto non dica il punteggio. E anche perché il Pordenone non è più la squadra sgangherata e inadeguata alla categoria travolta per 3-0 all’andata.

I giallorossi, pur in formazione tipo con l’unica variante di Davì al posto di Cenetti in mediana, subiscono anzi in avvio la baldanza dei friulani, rivitalizzati e issati in zona play-out dalla cura Rossitto: nei primi dieci minuti, un tiro di Fortunato a lato e una conclusione di Simoncelli deviata in angolo da Semenzato minacciano Rossi, comunque inoperoso per tutta la gara. Non che dall’altra parte Careri debba sfoderare paratissime per ibernare il risultato sullo 0-0 fino all’intervallo: colpa anche dell’imprecisione giallorossa sottoporta, testimoniata già dal pallone appoggiato sul fondo da Nolè con un destro defilato da distanza ravvicinata al 4’.

Tra i padroni di casa, il più in serata è decisamente Iocolano. Il capitano ci prova a ripetizione: da fuori (26’), al volo su cross dalla destra di Furlan spizzato da un difensore (30’, Careri fa buona guardia), a giro (34’). Senza mai stringere davvero d’assedio i neroverdi, il Bassano sfonda con facilità, specie sulla sinistra, fianco debole della difesa avversaria: al 41’ Semenzato trova addirittura un’autostrada di fronte di sé, ma conclude la sua discesa indisturbata con un diagonale che non inquadra manco la porta. Il pubblico impreca, dopo essersi scaldato per un possibile rigore negato (contatto tra Salvatori e Iocolano al 18’) e per alcune ammonizioni risparmiate ai ramarri, salvati nel recupero da Careri: il muro su cui va a sbattere Bizzotto in mischia sugli sviluppi di una punizione di Nolè.

A proposito di Nolè: luci e ombre nel suo primo tempo, accompagnate però dalla consueta sensazione che possa estrarre dal cilindro in ogni istante l’invenzione risolutiva.   E infatti così succede al 3’ della ripresa: su un traversone dalla sinistra di Iocolano, il numero dieci salta alle spalle di Placido e di testa infila un pallonetto all’incrocio che lascia di sale Careri. Le parti si scambiano al 6’: stavolta è Nolè a crossare per l’inzuccata di Iocolano, che a differenza del compagno gonfia l’esterno della rete . Un minuto dopo, le proteste si riaccendono per un fallo su Toninelli ignorato dall’arbitro: l’azione prosegue e il Pordenone sfiora il pareggio con un fendente di Maracchi, imbeccato da Bertolucci.

Rimane questa comunque l’unica vera chance friulana per riequilibrare la sfida, mentre il Bassano ha il torto di non chiudere i conti. Iocolano impegna Careri dal limite al 23’ e Cattaneo fallisce il bersaglio al 37’, ma è nel finale che i giallorossi si divorano per ben tre volte il raddoppio con i neoentrati Cenetti e Maistrello. Per Asta è l’unico neo di una partita quasi perfetta: «Ho visto intensità, qualità, rabbia agonistica: contro questo Bassano non ce n’è per nessuno». Il condottiero giallorosso si dice «strafelice». E lo sarebbe ancor di più se domani, ultimo giorno di mercato, arrivasse qualche rinforzo a irrobustire il sogno di giocarsi il salto in B fino in fondo.

BASSANO-PORDENONE 1-0

BASSANO (4-2-3-1): Rossi; Toninelli, Priola, Bizzotto, Semenzato; Davì, Proietti; Furlan (19’ st Cattaneo), Nolè (30’ st Maistrello), Iocolano; Pietribiasi (38’ st Cenetti).  A disp.:  Grandi, Stevanin, Zanella, Cortesi. All.  Asta.

PORDENONE (3-5-1-1): Careri; Salvatori, Ferrani, Placido; Simoncelli, Fortunato, A. Migliorini, Maracchi (17’ st G. Migliorini), Bertolucci (41’ st Ravasi); Franchini (20’ pt Gatto); Maccan. A disp.: Bazzichetto, Rosania, Buratto, Panzeri. All. Rossitto.

ARBITRO: Panarese di Lecce.

MARCATORE: st 3’ Nolè.

NOTE: giornata fredda, terreno in buone condizioni. Spettatori 750 circa (di cui una cinquantina di tifosi ospiti in tribuna nord), incasso non comunicato. Ammoniti: Pietribiasi, Proietti e Iocolano (B), Bertolucci, Maracchi e Salvatori (P), tutti per gioco scorretto. Angoli: 8-3 per il Bassano. Recuperi: pt 3’, st 4’.

Monica Zoppelletto

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button