lunedì , 14 Giugno 2021

Basket regionale, Summano sogna, ad Altavilla il derby

Non sbaglia Dueville in serie C, che con gli ultimi della classe Riese trova la vittoria per restare nelle zone nobili della classifica. In serie D, il Basket Summano continua l’inseguimento al primo posto del girone verde: Murano dista ora appena quattro punti. Nell’altro girone è il turno del derby, con il redivivo Araceli che tenta l’aggancio in classifica ai danni dei cugini di Altavilla, in crisi nera di risultati.

Due punti in classifica dovevano essere e due punti sono stati, quelli con cui Dueville torna dalla trasferta di Riese. Ma che fatica. Pronti via e i vicentini si ritrovano subito sul -10, costretti ad usare tutto il restante primo tempo per rimettersi in partita. Polo (18 punti) e Niass (23) per i padroni di casa, Scherbyna (23) e Cervo (13) per i biancorossi sono i più costanti in attacco, e fino all’intervallo lungo la gara continua punto a punto. Poi il black out Riese, che permette a Dueville di scappare oltre la doppia cifra di vantaggio. Sembra poter diventare una partita solo da gestire per la truppa di Bortoli, e invece i trevigiani si dimostrano squadra tosta nonostante la magra classifica: con orgoglio risalgono fino al 60 pari, a qualche minuto dalla fine. Per fortuna però lì la benzina finisce, e i vicentini riescono allora a costruire un piccolo margine di vantaggio, che permette di portare a casa la dodicesima vittoria stagionale.

Mette subito le cose in chiaro la formazione allenata da Miotti, che con una partenza razzo e un preciso Malizia (10) mette subito pressione alla squadra ospite, portandosi avanti prima di nove punti, e poi addirittura di 17 a metà del secondo quarto. Ormelle però è squadra nobile e agguerrita, e prima di andare al riposo lungo mette a posto la mira in attacco e riapre la partita, sul 41-37. Dopo il pesante break subito, la pausa permette a Piovene Rocchette di riordinare le idee, e guidati dal solito Stella (17), da Scala (16) e da Filippini (12), riescono ad incrementare il vantaggio e a tenere a bada i rientri ospiti. Il +10 che ne viene fuori, sarà poi il distacco che per tutto l’ultimo quarto viene semplicemente gestito dai vicentini. La settimana prossima, Summano sarà di scena a Solesino, per continuare a inseguire il sogno primo posto.

Doveva essere un derby a senso unico, quello che avrebbe sancito il definitivo aggancio in classifica. Altavilla arrivava da sette sconfitte nelle ultime otto gare e si presentava senza Baucke, Bertollo e capitan Sinicco; Araceli cavalcava invece una mini striscia di vittorie consecutive dopo il cambio di allenatore. L’inizio di gara è sembrato mantenere le aspettative, con gli ospiti del centro cittadino che riescono a portarsi avanti di qualche punto, grazie a tiri ben costruiti e ad una schiacciata poderosa di Sanson (5 punti alla fine), sopra la testa del povero Natale (10). Araceli però resterà ferma a quella schiacciata, perché da lì in poi l’attacco si inceppa, e i ritorni difensivi dei ragazzi allenati da Zocca si scoprono lenti e svogliati. Altavilla allora ne approfitta: muovendo molto la palla in attacco e sfruttando diversi contropiedi con Gasparin (22), trova prima l’aggancio e poi il primo allungo della gara, anche grazie ad un precisissimo Gasparotto (8 punti e 42 anni per lui). Donà e compagni ci provano a rimettere a posto le cose, ma contro la buona difesa dei padroni di casa si accontentano di tiri estemporanei, e la palla non entra davvero mai: all’intervallo il punteggio è 38-20. Il terzo tempo è tutta un’altra partita: Araceli piazza la difesa a zona e manda completamente in tilt l’attacco di Altavilla, che segnerà appena 5 punti; dall’altra parte Engel (10) e Spasov (9) mostrano la via ai compagni con un paio di canestri ravvicinati e la squadra rosicchia punto su punto, fino a quando la tripla di Donà (5) per il -4 riapre completamente i giochi. Nell’ultimo periodo i padroni di casa ricominciano a vedere il canestro, costruendo con pazienza buone azioni contro la zona, o sorprendendola con veloci transizioni in attacco. È così che riescono a mantenere i pochi punti di vantaggio per quasi tutto il periodo, e quando Carli (7) firma in contropiede la tripla del +10 i giochi si decidono, con Araceli che si innervosisce oltre misura (due falli tecnici per proteste fischiati a Sanson) e il divario che si allarga fino al 65-45 finale. L’Araceli più in forma della stagione riesce dunque a far resuscitare un Altavilla in crisi: poteri di un derby.

R.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità