lunedì , 14 Giugno 2021

Basket nazionale, Vicenza resta aggrappata alla vetta

Riposava il Garcia Moreno Arzignano nella ventiduesima giornata di serie B. In serie C, una vittoria e una sconfitta per le vicentine: si impone ad Oderzo la Pallacanestro Vicenza, mantenendo così il primo posto in classifica; il Basket Bassano invece perde a Padova contro la Virtus, con una prova decisamente incolore.

Tira meglio degli avversari, a livello di percentuali dal campo, la Pallacanestro Vicenza in trasferta ad Oderzo, e forse è per questo che alla fine riesce a spuntarla nel difficile campo trevigiano. Sugli scudi il solito Andrea Campiello (15 punti e 9 rimbalzi), stavolta ben assistito da Mussolin (8 punti e 9 rimbalzi), Tisato (10 punti e 4 assist), Benassi (8) e da capitan Bozhenski (9). La prima parte di gara è sostanzialmente equilibrata, con Vincenza che riesce a ricucire un primo tentativo di fuga dei padroni di casa. Si va al riposo sul -4, ma i ragazzi di Deanesi preparano il sorpasso del terzo periodo: aiutati anche dalla panchina, con l’apporto importante di Vittorio Teso (5 punti con 4 rimbalzi in dieci minuti), Vicenza scappa sul +6 a dieci minuti dalla fine. Oderzo tuttavia non si lascia domare facilmente e, visti i pochi tentativi dalla lunga distanza dei vicentini, decide di provare la difesa a zona, riaprendo così la gara. Nel punto a punto finale è il giovane De Nicolao (3 punti) a sparigliare il punteggio con una efficace penetrazione in area, e le risposte di Oderzo sono fuori bersaglio. Finisce 63-66 una partita che ridà fiducia a tutto l’ambiente vicentino, dopo un inizio d’anno con più ombre che luci.

Va in trasferta a Rubano ma non si presenta in palestra il Basket Bassano, che a soli sette giorni dal colpaccio casalingo contro la capolista Corno di Rosazzo, incappa in una partita assolutamente da dimenticare, contro una squadra che poteva essere agganciata al quinto posto in classifica. Solo il secondo quarto è giocato quasi alla pari dai ragazzi di Campagnolo, che però soffrono già di uno svantaggio di oltre dieci punti di scarto. Nella ripresa le cose non fanno che peggiorare, con il passivo che si allarga gradualmente fino al 75-47 finale. Tutti male i bassanesi, con i soli Gallea, Guisse e Bonivento in doppia cifra (rispettivamente 10, 11 e 10 punti a referto), ma con scarsi riflessi sulla prestazione generale della squadra.

R.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità