lunedì , 14 Giugno 2021

Basket nazionale, buona giornata delle vicentine

Sfiora la vittoria un ritrovato Arzignano, che in trasferta a Crema culla sogni di gloria fino all’ultimo minuto. In serie C vincono invece Vicenza e Bassano: la prima si impone contro il non irresistibile Spilimbergo, la seconda fa addirittura il colpaccio, battendo in casa al fotofinish la capolista Corno di Rosazzo.

Stavolta era quasi fatta per il Garcia Moreno Arzignano, che contro Crema sfiora una vittoria che manca ormai da tredici giornate. La partenza è pessima, con i lombardi che salgono fino alla doppia cifra di vantaggio, fino a che Monzardo (14 punti) e Tuninetto (12) non mettono una prima pezza. Crema vuole scuotersi di dosso i vicentini e allunga di nuovo anche nel secondo mini-tempo, ma stavolta sono Zanotti (10 punti e 12 rimbalzi) e Bordignon (11, con 5 assist) a ricucire. Il terzo quarto è un avvincente testa a testa, con i vicentini che, aiutati da Bolcato (10), si ritrovano alla fine sul +1, 50-51. l’ultimo assalto lo firmano ancora Tuninetto e Zanotti, che portano Arzignano sul +6 a quattro minuti dal gong. Crema però trova caparbiamente l’aggancio nell’ultimo minuto, e la precisione ai tiri liberi gli consentente di chiudere sul 68-64 finale. Oltre il danno per Arzignano, arriva dagli altri campi anche la proverbiale beffa: Trieste, l’unica squadra ancora dietro ai vicentini, è andata a vincere in casa di Pordenone, agganciando così i contendenti all’ultima piazza e godendo degli scontri diretti a favore.

Riprende a vincere Vicenza che, complice qualche risultato favorevole, torna anche al primo posto in classifica. Contro Spilimbergo, ferma a quattro punti in campionato e proveniente da sei sconfitte consecutive, non si poteva assolutamente sbagliare. Così è stato, anche se gli allarmi per coach Deanesi non sono tutti rientrati. Dopo l’inizio imperioso di Bozhenski (14 punti, con 5 su 8 al tiro) e compagni infatti, che si portano agevolmente sul 18-6, arriva il parziale degli arrembanti ospiti, che con una serie di tiri dalla distanza trovano addirittura il vantaggio nel secondo quarto. L’apporto dei Campiello non manca (Umberto chiuderà con 12 punti e 6 rimbalzi; Andrea con 19 e 10, a cui aggiunge 5 assist), e Vicenza prima dell’intervallo riesce a mettere a posto le cose, sul 38-32. Nel terzo quarto la gara si delinea, con i padroni di casa che riescono a raggiungere la doppia cifra di vantaggio e con Spilimbergo che dimostra di avere davvero poche frecce in faretra per impensierire gli esperti vicentini. Gli ultimi dieci minuti Vicenza li passa a gestire il vantaggio, fino al 69-54 finale, mettendo momentaneamente in stand-by la crisi e aspettando di trovare conferme più convincenti già dalla settimana prossima, quando la truppa di Deanesi sarà impegnata nel difficile campo di Oderzo.

Fa proprio un favore ai cugini di Vicenza il Basket Bassano, che riesce nel colpaccio in casa contro la capolista Corno di Rosazzo e dimostra ancora una volta di essere squadra di enorme potenzialità con qualche problema di costanza. Senza Guisse e con Battistello (10 punti) all’ultima gara, tra i padroni di casa si rivedono Bonivento (15) e Crosato (5 punti con 10 rimbalzi), e il loro apporto si sente. Gallea (15 alla fine) mostra subito la strada giusta, ma la forte formazione ospite non si fa impressionare, e non permette la fuga ai bassanesi. Anzi, quello che si assiste al palaAngarano è un avvincente testa a testa, con le formazioni che si alternano al comando senza mai “ammazzare” la partita. Bassano arriva ad un massimo di +6 nell’ultimo periodo, ma Corno è deciso a mantenere il primato in classifica e recupera ancora una volta. Nella volata finale Bassano si trova ancora avanti a un minuto dalla fine, quando una brutta palla persa di Nicola Camazzola (7) dà agli ospiti l’occasione del tiro della vittoria. La responsabilità se la prende Tonetti (19 punti e 11 rimbalzi), assoluto mattatore della serata assieme a Piccini (22) tra gli ospiti: il suo tiro però si infrange sul ferro, e tutta Bassano può riprendere finalmente fiato e battito cardiaco. Il tabellone luminoso dice 61-60.

R.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità