Sport

Basket femminile, Schio cerca la vittoria con Battipaglia

Nuovo appuntamento al PalaCampagnola per il Famila Wuber Schio, che domenica 8 alle 18 si confronterà con la Techmania Battipaglia PB63 Lady, in occasione della sesta giornata di ritorno dell’84° campionato di serie A1 di basket femminile. Con 26 punti, le arancioni si tengono stretto il secondo posto in classifica dietro la capolista Ragusa, mentre, con 8 vittorie, le campane occupano l’ottavo scalino della graduatoria. Si tratta dell’ultima piazza utile in vista dei play off, anche se è presto per questi discorsi, perché mancano ancora diverse gare alla fine della regular season.

All’andata, al PalaZauli, le padrone di casa furono sconfitte da Schio con il punteggio di 48 a 87, ma non è opportuno fare semplici pronostici, perché Battipaglia è una formazione difficile da inquadrare. In questo torneo, infatti, è stata capace di conquistare punti pesanti, come quelli derivanti dalle vittorie casalinghe contro San Martino di Lupari e Venezia. Niente male per una società che appena l’anno scorso militava in A2, conference centro-sud.

Rispetto all’inizio della stagione, la rosa della PB63 Lady è immutata e i suoi elementi cardine rimangono gli stessi. Williams, ad esempio, è la giocatrice più prolifica della squadra ed è la seconda migliore realizzatrice della Lega con 18,67 punti a partita. La lunga olandese Treffers, poi, guida la classifica dei rimbalzi con una media di 9,5 palloni arpionati in ogni match e Tunstull è efficace al 74,5% nei tiri liberi. La regia del quintetto è affidata alla play Bonasia, che amministra il gioco per circa 31 minuti su 40. Positivo anche l’approccio dell’italo-camenunense Ngo Ndjock, che tira con il 56,82 da due. Proprio in questa categoria, qualche gradino più su nella top ten, staziona la croata arancione Sliskovic. Per lei la percentuale di successo sale al 57,8.

In casa Schio, archiviata l‘«Eurosconfitta» (74-80) di ieri sera contro Kayseri, bisogna guardare avanti, come sottolinea Macchi: «Ora prendiamo tutte quelle che vengono [le ultime due partite del girone B] per aiutarci ad arrivare meglio possibile in campionato. Sfruttiamole per quello, sfruttiamole per riprendere un po’ il ritmo di gioco, che stasera [ieri, per chi legge] un po’ ci è mancato». Contro le turche, Yacoubou è scesa in campo nonostante l’influenza che per due giorni non le ha consentito di allenarsi. La pivot scledense ha comunque messo a segno 10 punti, ma speriamo che possa recuperare appieno per la gara di domenica, dato che le campane non faranno sconti e le campionesse d’Italia non si possono permettere dei passi falsi. Anche perché le venete sono inseguite, a distanza di 4 lunghezze, da San Martino di Lupari, che brama il secondo posto.

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button