mercoledì , 23 Giugno 2021

Basket femminile A1, Famila Schio addomestica le leonesse

Nel combattuto derby veneto del Palasport Taliercio di Mestre, il Famila Wuber Schio ha superato l’Umana Reyer Venezia con un sofferto 76-78. Questo posticipo delle 18.30 ha chiuso la quinta giornata di ritorno del campionato di serie A1 ed ha visto entrambe le formazioni attraversare momenti di black out (vedi i 10 punti segnati dalle padrone di casa nel secondo quarto e i 6 di Schio nel terzo parziale). Alla fine, le scledensi si sono imposte grazie ad un’ottima prova corale, nonostante una Mc Callum da 44 in pagella (31 punti e 14 rimbalzi).

La partenza devastante di Venezia, 14-0, lascia a bocca aperta. Schio fatica a contenere le avversarie e, in attacco, la squadra non ingrana (0/7 da due e 0/1 da 3). Masciadri sigla il primo canestro delle arancioni, 14-2, dopo cinque minuti di gioco. Yacoubou la imita con quattro punti, 14-6. Sul 16-6, Sottana, Anderson e Zandalasini centrano il bersaglio, così il ritardo si riduce a sole 3 lunghezze, 16-13. Un tiro dall’arco dei 6.75 per parte fa sì che la frazione si chiuda sul 19-16.

Nel secondo tempo, al Famila servono quattro giri di lancette per impattare, grazie ad un canestro pesante di Gatti, 27-27. Nei minuti successivi, si assiste ad un monologo scledense, con Anderson, Macchi e, di nuovo, Gatti, che lanciano la squadra a +11, 27-38. Bagnara accorcia le distanze, 29-38, ma Sottana e Honti le ristabiliscono, per il 29-43 di metà partita.

Dopo l’intervallo lungo, le lagunari sembrano rigenerate. Infatti inaugurano il terzo tempo con un break di 7-0, 36-43. Anderson e Yacoubou si alternano a Ruzickova e a Mc Callum, determinando il 44-47. È ancora l’americana, aiutata da Dotto, a firmare il sorpasso, 48-47. Macchi vanifica il lavoro delle orogranata e ribalta il risultato, 48-49. Un personale della capitana Mandache decreta la nuova parità, 49,49 e, sulla sirena, è ancora Mc Callum a bucare la retina, 52-49.

In apertura di ultimo quarto, con un gancio di Ress e due punti di Gatti, le campionesse d’Italia mettono la testa avanti, 52-53, ma sono subito ricacciate indietro da Mc Callum e Carangelo, 57-53. Il parziale di 11-0 delle arancioni vale il + 7, 57-64. Ma le leonesse tornano a ruggire e, supportate da una straripante Mc Callum, agguantano la parità, 68-68. Sottana fallisce il canestro della vittoria, il che significa overtime. I cinque minuti di gioco supplementare sono caratterizzati dall’equilibrio, 70-70, 73-73, 75-75. A 120″ dal termine, Dotto fa 1/2 dalla lunetta, 76-75 e poi litiga con il ferro, come Mandache. Invece Macchi realizza, 76-77. Altri due errori al tiro delle lagunari e l’1/2 di Sottana ai liberi ferma il tabellone sul 76-78 per le ospiti.

Ecco gli altri risultati:

  • Fila San Martino Di Lupari – Acqua&Sapone Umbertide 59-65
  • Saces Mapei Coconuda Dike Napoli – Ceprini Costruzioni Orvieto 53-43
  • Calligaris Triestina – Techmania Battipaglia 55-97
  • Passalacqua Ragusa – Gesam Gas Lucca 67-51
  • Cus Cagliari – Lavezzini Parma 69-54

Riposa: Vigarano

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità