Cronaca

Vicenza e provincia cronaca

Vicenza, furto al distributore di benzina –

Ha rubato degli occhiali da sole nell’auto del proprietario del distributore LORO in via ragazzi del ’99, a Vicenza, e quando è stato scoperto ha reagito. Erano circa le 11.30 quando un tunisino ha rubato gli occhiali dalla macchina ma i gestori della pompa di benzina lo hanno visto e lo hanno fermato, lui però ha sferrato un pugno alla mandibola alla figlia del titolare e ha tentato la fuga. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle volanti che hanno portato in Questura il 30enne tunisino già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è arrivato in Italia due anni fa per ricongiungersi alla moglie di vent’anni più vecchia. L’uomo è stato denunciato per furto.

Vicenza, furto in una tabaccheria

Un furto costato caro alla tabaccheria in via Brigata Granatieri di Sardegna, 35, non tanto per le sigarette rubate ma per il distributore automatico che le conteneva. Ignoti nella notte tra martedì e mercoledì hanno forzato il distributore automatico di sigarette portando via merce per un valore di 500 euro più 100 euro in contanti. Il danno più ingente è stato causato dallo sradicamento del distributore che vale 18 mila euro. Il titolare si è accorto solo ieri mattina dell’accaduto e ha denunciato tutto alla polizia.

Vicenza, abitazioni prese di mira dai ladri

Raffica di furti ieri sera in alcune abitazioni di Vicenza che ha visto la polizia molto impegnata. I ladri hanno fatto visita a ben due case in strada SetteCa’. Nel primo caso sono entrati nell’appartamento al primo piano dalla finestra del bagno e hanno messo a soqquadro la camera da letto scappando a mani vuote. Nel secondo caso i malviventi hanno agito tra le 16.30 e le 19, approfittando dell’assenza dei padroni di casa, e sono penetrati all’interno dell’appartamento al primo piano da una portafinestra della cucina. Qui i ladri sono fuggiti con una collana in oro bianco e, per agire con calma, hanno appoggiato dei mobili davanti la porta di ingresso. Un altro furto è avvenuto in via Bassano, anche in questo caso in un’abitazione al primo piano, i ladri sono entrati da una portafinestra sotto il portico e sono fuggiti con dei monili d’oro e degli obiettivi di macchina fotografica di un certo valore. E i ladri hanno visita anche in Gogna in una casa di proprietà di un 74enne che ieri, alle 20.30 ha telefonato al 113. Ignoti si sono intrufolati all’interno da una portafinestra, che non presenta segni forzatura, al secondo piano e dopo aver messo tutto a soqquadro sono fuggiti con dei gioielli per un valore di 800 euro e un assegno cospicuo che il titolare doveva consegnare. L’uomo ha riferito agli agenti delle volanti che gli era stata rubata anche la pistola, ma stamattina ha telefonato alla polizia per dire che l’arma era ancora in casa: pochi giorni fa l’aveva messa in un posto diverso e solo dopo essersi ripreso dal furto si ricordato lo spostamento. I poliziotti sono tornati nella casa e hanno constatato che l’uomo ha detto la verità.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button