Cultura e Spettacoli

Vicenza incontra la pittura dell’800 a palazzo Thiene

Sta riscuotendo un buon successo, a Vicenza, la mostra “L’Ottocento e il Primo Novecento nella collezione Banca Popolare di Vicenza”, a Palazzo Thiene.  In poco più di venti giorni l’esposizione ha raggiunto oltre 20.000 visitatori. La mostra, prolungata fino a domenica 15 febbraio, espone per la prima volta al pubblico una cinquantina di dipinti del diciannovesimo secolo e dei primi decenni ‘900, di proprietà della Banca, tra i quali opere di Beppe Ciardi, Noè Raimondo Bordignon e Francesco Lojacono.

In occasione della mostra inoltre, viene proposto anche il tradizionale programma di conferenze domenicali, sempre a Palazzo Thiene, fino a domenica 15 febbraio, con l’eccezione di domenica 8 febbraio, per approfondire il tema della pittura nel periodo storico a cui fa riferimento la mostra.

La prossima conferenza è dunque in programma per domenica 25 gennaio, alle 16.30, con Carlo Sisi, presidente del museo Marino Marini di Firenze, sul tema “Natura e stati d’animo. Francesco Lojacono e la pittura di paesaggio nell’Ottocento”. I paesaggi siciliani di Francesco Lojacono, esposti all’interno della sezione Luce d’Italia, testimoniano l’ispirazione impressionista del pittore, considerato uno dei più importanti paesaggisti dell’Ottocento siciliano.

Francesco Lojacono, riscoperto dalla critica negli ultimi anni, venne soprannominato dai suoi contemporanei “ladro del sole” per il realismo quasi fotografico e i giochi di luce che caratterizzano le sue tele. Sono tre le opere di Lojacono esposte all’interno della mostra: “Veduta di Palermo”, “Campagna siciliana in un giorno di pioggia” e “Vecchi bagni a Palermo”, scorci della natura siciliana che riscossero molto successo già tra i mercanti d’arte dell’epoca. L’incontro è ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Per ulteriori informazioni www.palazzothiene.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button