lunedì , 14 Giugno 2021
Una scena dello spettacolo

Vicenza, le Sorelle Marinetti al Teatro Astra

Chi meglio delle tre Sorelle Marinetti potrebbe portare su di un palcoscenico la storia di un altro ben noto trio, che nei decenni ’30 e ’40 del secolo scorso si faceva chiamare Lescano? Vicenza ospiterà mercoledì 21 gennaio alle 21 al teatro Astra la nuova commedia musicale ispirata alle sorelle Lescano. Le Marinetti, dopo la positiva esperienza di un anno e mezzo fa con Non ce ne importa niente, torneranno all’Astra con una divertente commedia musicale dal titolo emblematico – Risate sotto le bombe – che racconta le avventure di una piccola compagnia di arte varia alle prese con le difficili vicissitudini storiche degli anni ‘30 e ‘40.

Se in questi mesi la scena culturale veneta e vicentina pullula di iniziative sul Centenatio della Grande Guerra, stavolta l’azione si sposta in avanti di circa un ventennio, approdando in piena seconda guerra mondiale. Siamo nell’anno 1943, quando una piccola compagnia teatrale sbarca il lunario percorrendo l’Italia tra mille difficoltà e con mezzi di fortuna alla ricerca di un ingaggio per guadagnarsi da vivere e portare un po’ di allegria tra la gente. Nella fatidica data dell’8 settembre, quella passata alla storia per il proclama del maresciallo PIetro Badoglio che annunciava l’armistizio con gli Alleati, in un piccolo teatro di provincia, durante le prove generali dello spettacolo, suona l’allarme antiaereo.

Nel panico e nel fuggi fuggi generale, la compagnia si rifugia in una stanza sotto il palcoscenico e attende che cessi l’allarme. La stanza diventa così una sorta di set di scena, in cui gli artisti decidono di provare i numeri di un nuovo spettacolo con la speranza di un debutto la settimana successiva in un grande teatro cittadino. Ma a complicare la situazione arriva la fame… va bene l’arte, ma anche lo stomaco reclama la sua parte, soprattutto se non si mangia da più di un giorno.

Con la regia di Francesco Sala e la direzione musicale di Christian Schmitz, lo spettacolo è un omaggio a quella che una volta si chiamava rivista, un genere teatrale popolare in voga nell’Italia di quegli anni, quando, vuoi per esorcizzare il terrore della guerra, vuoi per desiderio di evasione da un quotidiano denso di difficoltà di ogni genere, i teatri erano gremiti e la gente applaudiva senza risparmiarsi e senza tanti fronzoli. Le tre sorelle, in arte Turbina, Mercuria e Scintilla (veri nomi: Nicola Olivieri, Andrea Allione e Marco Lugli) saranno affiancate sul palcoscenio vicentino dagli attori Gianni Fantoni, Francesca Nerozzi, Paolo Cauteruccio e Jacopo Bruno.

Con leggerezza e ironia, lo spettacolo ha soprattutto il pregio di riproporre, dal vivo, un repertorio musicale che le Marinetti riportano in auge toccando le corde della nostalgia e della memoria. Ad animare la scena una carrellata di personaggi modellati su alcuni grandi artisti italiani del Novecento: primo fra tutti il Trio Lescano, alla cui esperienza umana e artistica le Marinetti si ispirano da anni. Ma anche il celebre canzonettista napoletano Rodolfo De Angelis a cui si rifà il personaggio del capocomico Altiero Fresconi.

E non manca un omaggio a Nunzio Filogamo, capostipite dei presentatori radiotelevisivi, che negli anni dell’Eiar (primo nome della Rai) era anche attore e cantante. E se oggi, per qualcuno, quelle arie potrebbere sembrare fuori moda, non c’è dubbio che rappresentino non solo un pezzo di storia italiana della musica, ma anche un emozionante viaggio all’indietro in un tempo in cui, forse, una canzonetta aiutava a non lasciarsi travolgere dalla cruda realtà.

Lo spettacolo è fuori abbonamento all’interno della stagione Terrestri 14/15, curata da La Piccionaia teatro stabile di innovazione per il Comune di Vicenza con il sostegno di Ministero dei Beni Culturali, Regione Veneto, Provincia di Vicenza, Circuito teatrale Arteven. Informazioni: teatro Astra, contrà Barche 55 Vicenza; telefono 0444 323725, info@teatroastra.it.

Alessandro Scandale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità