lunedì , 21 Giugno 2021
L'orchestra dell'Accademia musicale di Schio

Schio, nuova stagione musicale per l’Accademia

Prenderà il via domenica 18 gennaio alle 17 al Teatro Civico di Schio la nuova stagione concertistica dell’accademia musicale scledense. Sul palco l’orchestra dell’Accademia musicale diretta da Filippo Maria Bressan che eseguirà di Tchaikovsky le Variazioni su un tema rococò op. 33 per violoncello e orchestra e di Beethoven la Sinfonia n°3 op. 55 Eroica con la partecipazione al violoncello di Ulrike Hofmann.

Un calendario di cinque concerti, fino a maggio, fortemente voluto dall’Accademia, diretta da Dario Balzan, il quale racconta un aneddoto significativo all’origine di questa nuova avventura. “Quando un amico imprenditore di fronte alla mia perplessità di organizzare la settima stagione concertistica, mi disse: se anche tu desisti, e tutti desistono, che cosa ci rimane?, capii che la stagione andava fatta. Per molti motivi mi sarebbe dispiaciuto desistere, soprattutto considerando che forse altri avrebbero desistito dall’impresa, scoraggiati dall’andamento di un’Italia che chiude orchestre e teatri e di un Veneto in cui soffia il vento della crisi. Non solo la stagione andava fatta, ma anche l’orchestra andava ripensata, aprendosi alla società civile, coinvolgendo chi crede che la musica possa creare armonia, soprattutto in un momento così difficile”.

Ulrike Hofmann
Ulrike Hofmann

Dopo aver individuato nel maestro Filippo Maria Bressan il direttore, ora l’orchestra ha un presidente che ama la musica, un vice presidente musicista e un consiglio direttivo aperto a nuove idee. “I cinque concerti in programma e gli ospiti che prevedono – aggiunge Balzan – costituiscono un segno di continuità con il passato e una base per il futuro: Beethoven, Mozart, Piazzolla, Valtinoni, le parole di Shakespeare con la musica di Mendelssohn”.

Il secondo appuntamento in cartellone, domenica 22 febbraio alle 16 in Duomo, vedrà l’Orchestra suonare Mozart in collaborazione con il Coro polifonico di Giavenale e I Polifonici vicentini diretti da Filippo Maria Bressan. L’evento, in collaborazione con il Comitato Bakhita Schio Sudan, ha anche una finalità benefica essendo l’occasione per raccogliere fondi a favore dell’attività decennale del comitato che nella città sudanese di Renk sta portando avanti un progetto di scolarizzazione e di coltivazioni agricole locali.

Dego
Francesca Dego

Domenica 8 marzo alle 17 il Teatro ospiterà un appuntamento tra musica e teatro con il testo di William Shakespeare Sogno di una notte di mezza estate e le musiche di Mendelssohn. L’orchestra diretta da Eddi De Nadai sarà affiancata dagli attori Maria Sole Mansutti e Luciano Roman. Il 12 aprile, alle 17 al Civico,  sarà di scena Aspettando la Fabbrica del Jazz, con musiche di Piazzolla e di Valtinoni. Alla fisarmonica e bandoneon Davide Vendramin.

Chiusura ancora al Civico il 3 maggio alle 17 con musiche di Tchaikovsky e Beethoven, eseguite dall’Orchestra dell’Accademia diretta da Bressan e al violino la giovane Francesca Dego, considerata fra le migliori interpreti italiane di oggi.

L’orchestra dell’Accademia nasce per volontà di un gruppo di musicisti vicentini e dal 2008 ha una regolare stagione concertistica che a Schio ospita artisti affermati e giovani emergenti. Ha ospitato importanti solisti e direttori ed è stata invitata a  rassegne nazionali. Tra i vari appuntamenti del 2014 l’orchestra vanta un concerto per la restituzione della chiesa di Santa Corona a Vicenza e un ciclo di concerti per la restituzione del teatro civico di Schio.

Alessandro Scandale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità