Sport

Crisi Real Vicenza, il Como passa al Menti

Tre punti nelle ultime cinque gare, nessuna vittoria nel 2015, attacco a secco da quasi 400 minuti. Sono i numeri crudi e impietosi della crisi del Real Vicenza: dopo la FeralpiSalò due settimane fa, anche il Como sbanca il Menti ed estromette forse definitivamente i biancorossi dalla lotta per il primato.

Per ritrovare il gol perduto che manca da tre partite, Marcolini accantona in partenza il tradizionale 3-5-2 e inserisce una punta in più, il giovane e frizzante Galuppini, a sostegno di bomber Bruno e del neoarrivato Margiotta. L’avvio è promettente: pressione costante nella metà campo ospite, molti palloni catturati sulla trequarti, angoli a grappoli e una bella stoccata di Lavagnoli che impegna Falcone da fuori al 4′. Ma appena molla un po’ la presa, il Real rischia grosso: al 13′ Cristiani approfitta di una dormita difensiva dei padroni di casa e, complice l’uscita maldestra di Tomei, centra la traversa con una palombella di testa su traversone dalle retrovie.

La replica biancorossa è immediata: Bruno sfonda sulla sinistra, ma il suo tiro da posizione defilata viene murato da Falcone. Il Como inizia a macinare gioco e il Real cerca di colpirlo in contropiede: Cristini viene chiuso in extremis da Castiglia dopo una pregevole triangolazione (24′) e spara sul fondo su sponda di Bruno (26′). In mezzo, però, ancora un lungo brivido per Tomei: Cristiani crossa dalla destra e Ganz salta indisturbato tra Piccinni e Quintavalla, buon per loro che l’incornata del figlio d’arte sorvola la sbarra.

Alla mezz’ora il Real pareggia il conto dei legni: la conclusione di Cristini su sponda di Galuppini timbra la faccia interna del palo e rimbalza in campo. I biancorossi stringono i tempi: Falcone non si fa sorprendere da una punizione di Dalla Bona e Bruno spreca una buona chance scagliando un pretenzioso diagonale dalla distanza. Al 40′ è invece l’arbitro a graziare il Como: il difensore Rinaldi, già ammonito, si dispera dopo il fischio seguito alla gomitata rifilata a Lavagnoli, ma Guccini tiene nel taschino il secondo giallo. E, sulla successiva punizione di Dalla Bona, Bruno per un soffio non trova la correzione vincente sottorete.

Nella ripresa sono i lariani a partire forte. Neanche due minuti e si materializza il vantaggio ospite: Le Noci affonda indisturbato sulla destra e serve all’indietro il pallone che Castiglia imbuca a fil di palo con un rasoterra dai 16 metri alla sinistra di Tomei. Dopo un quarto d’ora di assoluto dominio biancazzurro, Marcolini cerca la scossa inserendo la quarta punta, Bardelloni, al posto di uno spento Lavagnoli. Sabatini, a caccia della prima vittoria sulla panchina comasca dopo il pari con la Torres, replica rafforzando a sua volta il reparto offensivo con l’innesto di Scapuzzi. Il Real conquista angoli su angoli (e su uno di questi, al 23′, Galuppini per poco non beffa il portiere direttamente dalla bandierina), ma il gol resta un’utopia: Bruno è statico e a tratti svogliato, Margiotta impreciso, Galuppini volenteroso ma poco incisivo, come pure i subentrati Bardelloni e Gomes. Al 40′ arriva il colpo del ko, quasi una fotocopia del primo gol: fuga di De Sousa e stoccata di Scapuzzi dal limite per lo 0-2. Sul Menti cala la notte, mai così fredda e buia per Michele Marcolini: ora la sua panchina è seriamente a rischio.

REAL VICENZA – COMO 0 – 2

REAL VICENZA (3-4-3): Tomei; Quintavalla, Piccinni, Carlini; Lavagnoli (13′ st Bardelloni), Cristini, Dalla Bona, Vannucci; Galuppini (33′ st Gomes), Bruno, Margiotta. A disp.: Ziglioli, Solini, Polverini, Chiarello, Malagò. All. Marcolini

COMO (3-5-2): Falcone; Ambrosini, Lebran, Marchi; Casoli, Castiglia (42′ st Rolando), Fietta, Cristiani (18′ st Scapuzzi), Rinaldi; Ganz (23′ st De Sousa), Le Noci. A disp.: Crispino, Curti, Russu, Crostofari, Rolando. All. Sabatini

Arbitro: Guccini di Albano Laziale

MARCATORI: st 2′ Castiglia, 40′ Scapuzzi

NOTE: pomeriggio soleggiato, terreno in discrete condizioni. Spettatori 100 circa, incasso non comunicato.

Ammoniti: Piccinni (R.V.), Rinaldi e Fietta (C) per gioco scorretto, Quintavalla (R.V.) per proteste

Angoli: 12-2 per il Real Vicenza.

Recuperi: pt 0′, st 3′.

Monica Zoppelletto

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button