Sport

Basket nazionale, niente gloria per le vicentine

Tre sconfitte su tre, come mai era successo in questa stagione per le squadre vicentine impegnate in un campionato nazionale. E se Arzignano in serie B sta vivendo un momento a dir poco difficile, colpisce la terza sconfitta stagionale di Vicenza, in casa contro i terzultimi della classe. Bassano si arrende invece ad Oderzo, mancando l’aggancio in classifica.

Senza nulla da perdere, Arzignano riesce a togliersi di dosso molta ruggine accumulata in questa serie di nove sconfitte consecutive, e contro la prima della classe Cento riesce nell’impresa di vendere cara la pelle. Nel primo quarto addirittura scappa la squadra di casa, che ritrova l’apporto dei suoi giocatori fondamentali, da Bolcato (16 punti) a Monzardo (16) , fino a Bordignon (14 punti, conditi con 10 assist). Se poi Zanotti fa sempre il suo (12 punti e 8 rimbalzi), si capisce come il primo strappo ospite arrivi solo con l’avvicinarsi della sirena del secondo quarto. Sette punti di scarto che non sviliscono l’entusiasmo vicentino, con Arzignano che riesce più volte a riavvicinarsi nel corso della ripresa. A cinque minuti dalla fine il Garcia Moreno è ancora sul -1, ma due triple consecutive ospiti chiudono definitivamente i conti, costruendo un argine sicuro, soltanto da gestire. Finisce 73-86, ma con tante buone notizie per coach Venezia.

Dopo il riposo fuori programma della settimana scorsa, il Vicenza era atteso da una partita più che abbordabile sulla carta, in casa contro quel Gorizia già battuto all’andata di 15 punti. Come al solito Vicenza parte bene, trascinata dalla serata positiva di entrambi i fratelli Campiello (Umberto chiude con 16 punti e 11 rimbalzi, Andrea con 25 punti e 14 rimbalzi), ma Gorizia riesce a mantenersi a contatto. Nel secondo periodo c’è prima il sorpasso, poi l’imperioso allungo ospite, con i friulani che salgono incontrastati fino al +8 della pausa lunga. Al rientro in campo Vicenza riesce faticosamente a rientrare in scia, ma non mostra mai la sicurezza e la pulizia di gioco a cui ha abituato. Infatti, Gorizia approfitta nuovamente delle incertezze dei padroni di casa, e nell’ultimo periodo piazzano un’altro parziale favorevole, che li porta addirittura sul +13. Ancora i fratelli Campiello e una tripla di Tisato (13) provano a mettere a posto le cose, ma l’aggancio non si materializza mai. Anzi, negli ultimi secondi i friulani legittimano il risultato, che parla di un 83-95 in loro favore.

Ancora privi di Crosato, il Basket Bassano se la gioca fino in fondo nell’ostico campo di Oderzo. Guisse (9 punti e 14 rimbalzi) difende bene l’area, Camazzola (9) e Gallea (8, con 7 rimbalzi e 5 assist) si dimostrano affidabili, D’Inca (13) continua nel buon momento mostrato la settimana scorsa, realizzando anche canestri importanti. Chiudendo i varchi difensivi e con pazienza in attacco, Bassano trasforma dunque la partita di Oderzo in un avvincente punto a punto, che trova la sua soluzione solo nei secondi finali, quando i padroni di casa si dimostrano più lucidi nelle azioni decisive. Lo spirito comunque è quello giusto, ed è l’unica cosa da portare la settimana prossima al PalaCampagnola, quando arriverà tra le mura amiche il basket Mestre.

R.C.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button