lunedì , 21 Giugno 2021

Basket, il Famila Schio fa visita all’ultima della classe

Domenica 18 il Famila Wuber Schio sarà impegnato sul parquet del PalaTrieste per la sfida, più che abbordabile, contro la Calligaris Triestina, in programma nella terza giornata di ritorno dell’84° campionato di serie A1. L’incontro non dovrebbe creare problemi alle arancioni, ma il condizionale è d’obbligo perché, anche se le giuliane sono il fanalino di coda del campionato, con soli due punti al loro attivo, mostrano segnali di crescita.

L’unica vittoria delle biancocelesti risale al 12 ottobre, quando le friulane hanno battuto Orvieto con il punteggio di 79-66. Ma nel match di ritorno l’esito della contesa è stato opposto. Infatti le umbre si sono imposte per 65-59. E dopo questa tredicesima sconfitta di fila, l’allenatore Nevio Giuliani, che aveva traghettato le triestine dalla serie B alla A, ha rassegnato le dimissioni. Al suo posto è subentrato Rogelio Zovatto, cui è affidato il compito di dare una scossa alla squadra, per provare a conquistare la salvezza.

Anche se sono passati molti anni dall’ultimo scudetto vinto da Trieste (1958), fa piacere rivedere in serie A, dopo più di vent’anni di assenza, una squadra che ha contribuito a scrivere la storia del basket femminile italiano. Ma il rapido passaggio dalla serie B alla A1 non ha concesso alla squadra il tempo di ambientarsi al nuovo campionato e la scarsità di successi è un indicatore eloquente delle difficoltà incontrate. C’è da dire che, oltre all’inesperienza, le biancocelesti hanno dovuto fare i conti con gli infortuni di Annalisa Borroni e di Katherine Harry. Poi, in gennaio, la lunga americana è stata rimpiazzata da Akila McDonald, anche se la pivot ex Gran Canaria avrà bisogno di tempo per inserirsi al meglio nei meccanismi di gioco della squadra. Lo stesso vale per Giovanna Pertile, l’altro neoacquisto, dato che apportare dei cambiamenti in corsa non è mai facile.

Per quanto riguarda le scledensi, quello che arriverà in Friuli-Venezia Giulia è uno Schio caricato dall’elettrizzante vittoria di ieri sera, in Eurolega, contro il Tango Bourges Basket. Le arancioni hanno interpretato la gara nel modo corretto, lasciando poca libertà di azione alle francesi. I due punti conquistati sono fondamentali per sperare nel passaggio del turno. Ma la vittoria, importante per il morale, è servita anche per compattare il gruppo. Le ottime prove di Yacoubou (nonostante il colpo al piede nel secondo quarto) e di Macchi sono state possibili grazie all’impegno di tutte le atlete in campo.

Precisazione. Il risultato della gara, giocata l’11 gennaio, tra Cus Cagliari e Saces Mapei Coconuda Dike Napoli (70-67), non è stato omologato dal Giudice sportivo, a causa del tesseramento irregolare della cagliaritana Lauma Reke. Per effetto di questo provvedimento, il risultato del match è 0-20 in favore delle campane.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità