Cronaca

Vicenza e provincia cronaca

Vicenza, continuano i controlli dei carabinieri –

Proseguono i servizi di controllo  sul territorio da parte dei carabinieri, finalizzati a contrastare i reati predatori. Nella serata di ieri, a Dueville, lungo la Strada Marosticana, i carabinieri hanno fermato e controllato una Alfa Romeo 156, sulla quale viaggiavano tre persone. Si trattava di tre rumeni, rispettivamente di venti, ventotto e trentuno anni, tutti in Italia senza fissa dimora, e uno di loro, il 28enne, ha precedenti. All’interno dell’auto sono stati rinvenuti numerosi oggetti da scasso, utensili e capi di abbigliamento ritenuti proventi di furto. La merce è stata sequestrata, così come la vettura perché oggetto di procedura fallimentare. Il 31enne è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Vicenza, due tentati furti in zona industriale Ovest

Ancora un tentato furto nella zona industriale di Vicenza Ovest che si è concluso con un inseguimento. Alle 3.30 dei ieri, ignoti, hanno cercato di intrufolarsi all’interno della ditta “Engeneerig” in via Vecchia Ferriera, ma l’allarme è scattato immediatamente. I militari giunti sul posto, convinti che i malviventi potessero tornare per portare a termine il furto, hanno perlustrato la zona e alle 5 hanno intercettato una Chrysler Voyager con quattro persone a bordo che, alla vista dei carabinieri, si sono dati alla fuga non rispettando l’alt con sirene e lampeggianti. Da qui è iniziato l’inseguimento, per circa tre chilometri, terminato in una zona di campagna, dove i quattro individui hanno fatto perdere le tracce. Ora sono in corso le indagini per capire la loro identità e dai controlli è emerso che l’auto usata è intestata a una serba di Cinisello Balsamo che non ha denunciato il furto del mezzo, in uso a suoi connazionali. Ieri sera, alle 23.30, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Vicenza sono intervenuti nella zona di Sant’Agostino, in via Balsego, dove era stato notato un furgone bianco sospetto che procedeva con i fari spenti. I militari hanno sventato così un furto: quattro persone sono fuggite dal retro di una ditta, scappando lungo il fiume Retrone. Dopo un sopralluogo si è visto che i malviventi avevano forzato l’ingresso posteriore del capannone di oltre 4 mila metri quadrati dove sono custoditi climatizzatori e componenti in metallo come rame e ottone. Il furgone bianco sospetto è risultato rubato, nelle ore precedenti al tentato furto, a Creazzo, dalla ditta “Lombardi e Cantù”.

Marostica, ruba bancomat dalla ditta in cui lavora

Si è impossessata di un bancomat della ditta in cui lavora come addetta alla pulizie e lo ha utilizzato, insieme a un complice, per fare dei prelievi per un valore di mille 500 euro. Ad essere denunciati sono stati una veneziana di 21 anni, residente a Cassola e un marocchino di 23 anni, residente nel trevigiano. Lo scorso 5 ottobre i due si sono introdotti all’interno della cooperativa “Servizi Sociali la goccia scarl” di via Callesello della Monache, 1/B, a Marostica, dove la donna lavora, e hanno rubato il bancomat. I controlli hanno permesso di trovare abbigliamento e passamontagna usati dal marocchino durante i prelievi agli sportelli.

Vicenza, denunciato responsabile di una rissa

Una rissa all’esterno della discoteca Boys, a Vicenza, si è consumata lo scorso 19 ottobre e, nella giornata di ieri, i carabinieri sono riusciti ad identificare il responsabile: un romeno 32enne, in Italia senza fissa dimora, che è stato denunciato per lesioni personali aggravate. L’uomo, insieme ad altri due connazionali, aveva aggredito tre albanesi di età compresa tra i 25 e i 30 anni, provocando lesioni guaribili in sei e trenta giorni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button