Cronaca

Vicenza e provincia cronaca

Valdagno, identificati autori di gesti violenti in locali pubblici –

Si erano resi protagonisti di una serie di episodi violenti ad Arzignano e, grazie alle indagini dei carabinieri di Valdagno, si è arrivati alla loro identificazione e alla successiva denuncia per minacce aggravate in concorso. Si tratta di due fratelli kosovari, residenti ad Arzignano. Lo scorso 22 novembre i due, molto probabilmente sotto effetto di alcool, in alcuni locali avrebbero minacciato delle persone, servendosi anche di un coltello, minacce che si sarebbero poi trasformate in un tentativo di rapina. I due fratelli infatti avrebbero tentato di rapinare un cliente del locale “Voglia Matta”, in centro ad Arzignano, puntandogli un coltello alla gola con lo scopo di farsi consegnare lo zainetto. Solo l’intervento degli addetti alla sicurezza del locale ha sventato il colpo mettendo in fuga i responsabili del gesto prima dell’arrivo di alcune pattuglie di carabinieri. Ma non sono stati solo i due fratelli a terrorizzare gli avventori del locale “Voglia Matta”, perché la sera tra il 13 e il 14 settembre scorso era scattata la denuncia per un albanese che aveva dato un pugno ad un minorenne di Arzignano. La reazione violenta era scattata per futili motivi, forse una spinta, data in modo involontario, al centro della pista da ballo. Il violento colpo sferrato aveva causato la frattura della mandibola al ragazzino. In queste due occasioni è stata molta utile la collaborazione dei titolari dei locali che hanno aiutato i carabinieri a portare a termine le indagini e dare un volto ai responsabili di questi gesti violenti.

Vicenza, uomo intossicato dal monossido di carbonio

Con l’arrivo dl freddo le intossicazioni da monossido di carbonio sono molto frequenti, soprattutto perché non c’è una buona manutenzione delle stufe. E una cattiva manutenzione l’ha fatta un egiziano residente in viale Fusinato 94, a Vicenza che alle tre della notte ha dovuto telefonare ai vigili del fuoco a causa del forte odore di gas avvertito nell’appartamento al secondo piano di una palazzina. I pompieri hanno dovuto forzare la porta di ingresso per entrare perché nessuno apriva, e all’interno hanno trovato l’egiziano e un altro soggetto che appena ha visto le forze dell’ordine è fuggito perché non in regola coi documenti. Di quest’ultimo nessuna traccia, mentre dell’uomo egiziano, di circa 45 anni, si sa solo che è stato leggermente intossicato dal fumo. Sul posto anche i sanitari del Suem.

Furto in negozio a Valdagno e esplosione in un bancomat a Barbarano

Sono tornati a casa con un bel bottino i ladri che poco dopo la mezzanotte sono riusciti a penetrare all’interno del negozio di abbigliamento “Waip” in via Piana, 2/F, a Valdagno. I malviventi hanno usato come ariete per sfondare la vetrina una Renault Scenic di colore scuro, e una volta dentro hanno rubato vari capi di abbagliamento per un valore complessivo di 20 mila euro circa. Notte movimentata anche a Barbarano Vicentino dove ignoti hanno fatto esplodere un bancomat. Erano le 4.20 quando, allo sportello della banca di credito Cooperativo di Campiglia dei Berici di via De Gasperi, lungo la statale 247 Riviera Berica, malviventi hanno azionato il dispotico per far saltare la cassa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button