Vicenza

Vicenza, buone notizie dal ministro Lupi per la Tav

I soldi ci sono e possono essere usati, quindi bisogna passare dalle parole ai fatti. E’ stato questo in buona sostanza quanto il ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Maurizio Lupi, ha detto oggi a Vicenza, parlando ad un convegno organizzato dal suo partito, il Nuovo Centro Destra, all’Hotel Viest. Naturalmente, il ministro faceva riferimento a quelle grandi opere che il nostro territorio attende, a cominciare dalle infrastrutture legate all’Alta velocità ferroviaria e dal completamento a nord della autostrada Valdastico.

Maurizio Lupi
Maurizio Lupi

E quanto dichiarato dal ministro delle infrastrutture non è passato inosservato a Vicenza. “Le dichiarazioni di Maurizio Lupi – ha infatti commentato il sindaco, Achille Variati, – sono molto positive perché non solo il ministro delle infrastrutture e dei trasporti ha confermato che c’è il finanziamento per il nodo vicentino della Tav, ma ha anche dato indicazioni precise riguardanti la tempistica. Apprendo con grande soddisfazione le sue dichiarazioni con cui indica il 30 giugno prossimo come termine per la presentazione del progetto definitivo e il 31 dicembre 2015 per l’apertura dei cantieri: si tratta di una tempistica quasi impensabile per gli standard italiani sempre rallentati dai vincoli burocratici e ci auguriamo che il Governo sia in grado di rispettarla”.

“Da parte nostra, – ha sottolineato Variati – assicuriamo la massima collaborazione del Comune di Vicenza per procedere con velocità per realizzare l’ammodernamento della rete ferroviaria, che in questo modo sarà collegata velocemente all’aeroporto internazionale Marco Polo di Venezia e alle reti della grande comunicazione ferroviaria europea, sviluppare un vero e proprio servizio metropolitano provinciale, ottenere un filobus elettrico per l’attraversamento della città e un bypass idraulico in grado di aumentare la sicurezza idrogeologica. Oggi abbiamo anche stabilito la data dell’11 dicembre per la presentazione in consiglio comunale dello studio di fattibilità del progetto che attendiamo da Roma per quest’opera di fondamentale importanza per il futuro della città e del territorio”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button