Breaking News
I Fratelli Dalla Via
I Fratelli Dalla Via

Valdagno, la nuova Stagione Teatrale esce dai soliti spazi

Presentata questa mattina la nuova stagione teatrale di Valdagno, promossa dal Comune in collaborazione con La Piccionaia Teatro Stabile di Innovazione e con il contributo della Banca San Giorgio Quinto Valle Agno. Il titolo è Finisterre e si tratta di un programma  di spettacoli del tutto rinnovato, che per la prima volta porta il teatro fuori dal consueto spazio scenico e si insedia all’interno di aziende e di altri luoghi della città. Vi è stato molti interesse infatti da parte di vari imprenditori locali e di altre realtà del territorio, che hanno partecipato alla definizione del calendario di appuntamenti che prenderà il via il prossimo 17 gennaio.

“Finisterre è un pensiero – ha commentato l’assessore alle politiche culturali del Comune di Valdagno, Michele Vencato -, un non luogo che è da sempre sinonimo di limite e di sfida e che spinge ad un protagonismo personale fatto di consapevolezza, curiosità e una visione positiva dell’ignoto. Protagonista è lo spettatore, che deve cogliere questa nuova proposta in tutte le sue sfumature, partendo dai linguaggi fino ai luoghi che oggi ci parlano di quanto è cambiato il nostro territorio, e di quanto ancora cambierà. Un racconto che parte dal dialogo scenico, per mischiarsi con quello dell’impresa, della formazione e del contemporaneo”.

“Quello proposto da Finisterre – continua Vencato –  è un progetto corale al quale anche gli attori hanno aderito con interesse. Un’offerta che si distingue e nello stesso tempo si integra con le principali stagioni teatrali dei dintorni, e che restituisce protagonismo alla città, nella consapevolezza che l’alto vicentino deve sempre più muoversi in un’ottica di sistema e pluralità dell’offerta culturale. Se da un lato abbiamo deciso di proseguire nel percorso già intrapreso negli ultimi anni, proponendo una riflessione sul teatro contemporaneo, dall’altro abbiamo voluto portare la scena fuori dai canonici spazi. In quest’ottica abbiamo incontrato da subito interesse e disponibilità. Riportare il teatro tra il pubblico vuol dire per farlo appassionare e fargli riconoscere in esso un’occasione per riflettere e sorridere sull’oggi e sul domani”.

Il primo appuntamento della stagione teatrale di Valdagno sarà presso il salone Autovisper, il 17 gennaio. Qui si terrà lo spettacolo dei Fratelli Dalla Via Mio figlio era come un padre per me. Il 6 febbraio sul palco del Teatro Super salirà Giuseppe Battiston con L’invenzione della solitudine, mentre il 28 febbraio toccherà a Tindaro Granata portare il suo Antropolaroid all’interno dell’atrio della scuola Manzoni. Il 21 marzo i Sacchi di Sabbia metteranno in scena il loro Don Giovanni, presso gli spazi dell’azienda Fenice spa, seguiti il 24 maggio da Tiziana Bolfe con un evento di danza urbana site specific, per il quale è in corso di definizione la location. Il sipario calerà il 13 giugno presso la Selleria Equipe srl con la Compagnia del Sole e Orlando pazzo per amore.

A completare la stagione ci saranno anche 3 laboratori che si terranno nell’ordine il 17 gennaio (drammaturgia con Marta Dalla Via), 28 febbraio (teatro con Tindaro Granata) e 21 marzo (canto con i Sacchi di Sabbia). Il 29 marzo, invece, la compagnia Livello 4 proporrà al Teatro Super lo spettacolo per famiglie In-corporeo. Sul fronte degli abbonamenti sarà disponibile una tessera fedeltà gratuita. Prevendite disponibili presso la Libreria Liberalibro. di Valdagno, l’ufficio del Teatro Astra di Vicenza e online sul sito www.comune.valdagno.vi.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *