Breaking News

Thiene, i Presepi artistici ricordano la Grande Guerra

La mostra “Presepi artistici” che, come tradizione vuole, apre i battenti a Thiene durante le feste natalizie, si rinnova quest’anno attraverso uno sguardo alla storia. Uno spazio della mostra, che è curata da Silvia Sandini, organizzata dal Gruppo presepi di Lampertico e sostenuta da Comune, Pro Thiene, Confartigianato e Confcommercio di Thiene, sarà infatti dedicato alla Grande Guerra, di cui cade quest’anno il centenario. Grazie al supporto del museo della Guerra di Rovereto e della fondazione Opera Campana dei Caduti di Rovereto, nella sala Borsa in via Montello, a Thiene, verranno proposti anche presepi realizzati con reperti bellici della Prima guerra mondiale. La mostra, arrivata alla dodicesima edizione, sarà visitabile da sabato 13 dicembre, giorno dell’inaugurazione, a domenica 11 gennaio.

Giampi Michelusi
Giampi Michelusi

Sessanta in tutto i presepi, creati da artisti provenienti da tutto il Nord Italia. Oltre i lavori che hanno caratterizzato anche le edizioni precedenti, realizzati con materiali classici e non, come vetro e legno, saranno le opere dell’artista di Faenza, Miki, e del vicentino padre Adriano Campiello a caratterizzare la mostra. Nei loro presepi la sacra famiglia sarà infatti costruita attraverso l’uso di schegge arrugginite, pezzi di spoletta e altri reperti bellici. Faranno da sfondo alla mostra le bandiere dei paesi coinvolti nella Prima guerra mondiale, video, e fotografie della Grande Guerra. Queste ultime, provenienti dal museo di Rovereto, saranno esposte rielaborate con delle immagini che rappresentano il presepe.

“Con questa mostra – spiega l’assessore ai rapporti con le associazioni, Giampi Michelusi – vogliamo valorizzare la nostra cultura e le nostre tradizioni e dire no ad ogni forma di violenza”.  “La nostra sfida – gli fa eco Silvia Sandini – è stata quella di contrappore al presepe, che è il simbolo dell’amore e della famiglia, l’orrore della guerra”. Fondamentale quindi per la realizzazione della mostra l’aiuto delle categorie economiche ed il lavoro dell’associazione Presepi di Lampertico, che organizza la mostra.

“I nostri nonni hanno vissuto in queste terre la guerra – dice Emanuele Cattelan, presidente di Confcommercio Thiene -, è quindi importante che le nuove generazioni ricordino cosa è successo”. “La mostra di quest’anno – continua il presidente di Confartigianato Thiene, Antonio Benetti – vuole ricordarci che la storia e la tradizione non vanno perse”. La mostra, aperta nelle mattine di sabato, domenica e lunedì dalla 10 alle 12.30 e tutti i pomeriggi dalle 16 alle 19, è ad ingresso libero. Il ricavato della mostra, ad offerta libera, verrà utilizzato per l’acquisto di un defibrillatore per la scuola elementare F. Lampertico.

Martina Lucchin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *